La Direzione Urbanistica Edilizia Privata del Comune di Pisa ha ricevuto stamani dal Pisa Sporting Club l’istanza per l’adozione del Piano attuativo relativo alla realizzazione del Pisa Training Center.

«Quello di oggi è un altro passo in avanti per la realizzazione di un centro sportivo – ha commentato il Sindaco di Pisa Michele Conti -. Una notizia positiva per la città e anche per l’Amministrazione comunale, che ha sempre ritenuto di interesse pubblico il progetto presentato dal Pisa Sporting Club sotto molteplici aspetti: riqualifica una zona periferica, ma a due passi dalla Torre, con la costruzione di campi verdi; crea una struttura importante per consentire attività sportiva a tanti giovani ragazzi; getta basi solide per un futuro di successi sportivi per la squadra di calcio della città, i Pisani sono legati».

«Dopo l’approvazione da parte della Giunta del masterplan nel 2021, entriamo adesso finalmente nell’ultima fase dell’iter urbanistico – conclude Conti – che, come prevede la legge, presuppone il doppio passaggio in Consiglio Comunale per l’adozione e la successiva approvazione.

Sul fronte stadio a intervenire è il Vicesindaco Raffaele Latrofa, con delega ai lavori pubblici ed edilizia sportiva

«Gli uffici comunali hanno predisposto il Piano di monitoraggio sullo stadio e sulle caratteristiche della gradinata, come richiesto dalla commissione di vigilanza. A questo punto il Comune chiederà nella prossima riunione della commissione stessa di riaprire al pubblico, già per la prossima partita casalinga del Pisa, tutta la gradinata, ad esclusione di quella parte a confine con la curva sud sulla quale continuiamo le valutazioni tecniche. Siamo fiduciosi sull’esito poiché abbiamo adempiuto a tutte le richieste della stessa commissione, grazie anche al grande lavoro fatto dagli uffici, che voglio ringraziare, per il tempo breve nel quale hanno lavorato».

«Il Comune di Pisa anche in questa situazione – conclude Latrofa – si è fatto trovare pronto di fronte all’emergenza ed ha investito risorse proprie per intervenire rapidamente rispetto al disagio provocato dal maltempo prolungato delle settimane scorse, considerato che sono state acquistate le nuove reti che mancavano e che saranno messe in opera nei prossimi giorni».

Pisa Training Centre, iter e tempistiche. L’istanza va in Consiglio Comunale per l’adozione del piano attuativo e del rapporto ambientale. Dopo l’adozione il Pisa Sporting club può già presentare la richiesta di permesso di costruire.

Il piano attuativo viene pubblicato sul Burt per 45 giorni, come prevede la legge, tempo per ricevere osservazioni al piano.

Dopo ulteriori 45 giorni il Comune di Pisa esprime parere motivato della Valutazione Ambientale Strategica (VAS) da parte del Nucleo di Valutazione

Prima gli uffici, poi la commissione consiliare competente, esaminano le osservazioni in un tempo stimabile in 15/30 giorni, a seconda del numero di osservazioni pervenute.

Il Consiglio Comunale approva in via definitiva il piano con le osservazioni. Dopo l’approvazione può essere rilasciato il permesso di costruire, se presentato con congruo anticipo.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018