Per raggiungere qualsiasi obiettivo, dalla salvezza ai playoff, occorrono determinazione e un gruppo coeso e forte che non si abbatta alle prime difficoltà. D’Angelo può contare su calciatori in grado di avere una grande maturità e capaci di rimettere a posto una partita che sembrava persa, dopo i primi 45′.

GUARDANDOSI NEGLI OCCHI – Della ‘riunione di spogliatoio’ avvenuta nell’intervallo lo apprendiamo dagli stessi calciatori. “Ci siamo guardati negli occhi negli spogliatoi dicendoci di reagire e così abbiamo fatto“, ha riferito Luca Vido ieri, così come Luca Mazzitelli: “Nell’intervallo ci siamo messi a ragionare e abbiamo parlato, rientrando con un altro spirito nella ripresa“. Il valore di quanto accaduto dimostra che il Pisa è ormai mentalmente maturo e forte e può superare qualsiasi difficoltà. Nell’altalena di emozioni di questo campionato di situazioni ne sono capitate tante. Sono arrivate importanti vittorie, cocenti sconfitte, ci sono stati torti arbitrali e molte altre situazioni. Il gruppo è stato messo fortemente alla prova, ma ne è sempre uscito temprato.

LA CORSA AI PLAYOFF – Anche se il Pisa oggi è una squadra che si trova a metà classifica, un pareggio contro il Vicenza, dopo tre ottimi risultati contro squadre di vertice, non deve deprimere. La lotta è più che aperta e mancano ancora moltissime gare al termine della stagione regolare. Assume grande valore la striscia positiva di 11 risultati utili in casa, confermata dal pareggio di ieri, ma anche i 5 punti in più ottenuti dalla compagine nerazzurra rispetto alle stesse partite disputate nel girone di andata. Ma il Pisa deve guardarsi dietro o davanti? La classica domanda rivolta a chi rimane un po’ in mezzo alla classifica. I nerazzurri, dati alla mano, si trovano a quatto punti dalla zona playoff e a sei punti dai playout. Cosa manca allora per ambire alla perfezione? In realtà non così tanto, perché la maturità è stata raggiunta, il gruppo è solido, le potenzialità ci sono, i risultati, con le squadre di vertice, sono arrivati e, infine, il Pisa è capace di recuperare anche partite che sembravano perse. Mancano solo i punti, e per quelli, se il gruppo sarà supportato, c’è ancora tutto il tempo. Oggi, in fin dei conti, per come si erano messe le cose ieri, è una domenica da bicchiere mezzo pieno.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018