Con due comunicati i vertici delle Lega Pro rendono noto da una parte l’esclusione del Matera, già penalizzato di 34 punti, dopo che la squadra lucana non si era presentata in campo in quattro occasioni, ma soprattutto dispone la revoca della sospensione delle gare del Pro Piacenza. Ecco le motivazioni, ma i procedimenti restano aperti. La società piacentina riuscirà a organizzarsi per giocare domenica prossima?

PRO PIACENZA – Questa la motivazione diffusa a mezzo stampa sul sito della Lega Pro: “Preso atto della comunicazione pervenuta in data odierna dalla FIGC attraverso la quale il Presidente Federale “al fine di evitare gravi pregiudizi alle altre società e quindi all’intero campionato” per la mancata disputa delle gare, chiede alla nostra Lega di disporre la regolare indizione delle prossime gare della società Pro Piacenza, sospese con C.U. FIGC n. 34/A del 23 gennaio 2019, nelle more delle verifiche relative al procedimento di revoca ex art. 16 NOIF, sentito il Consiglio Direttivo, la Lega Pro dispone, il ripristino del regolare svolgimento di tutte le gare della società PRO PIACENZA.”

PROGRAMMA GARE PRO PIACENZA – Tutte le gare rimandate del Pro Piacenza saranno dunque recuperate in data da destinarsi, compresa quella con il Pisa. Nel frattempo le gare regolarmente in calendario sono state reinserite: “Si riporta pertanto il programma gare dall’8a alla 14 a giornata di ritorno per la società in oggetto, nelle date e con i relativi orari. Con successivo comunicato sarà resa nota la programmazione delle date dei recuperi della società Pro Piacenza.”

CRITICITA‘ – Permangono però tutte le criticità di cui era afflitta la società piacentina e attualmente, sebbene siano state reinserite tutte le gare in calendario precedentemente sospese e si debbano formalmente recuperare quelle rinviate, ci sono forti dubbi su quanti e quali calciatori scenderebbero in campo nelle prossime partite. Inoltre restano tutti aperti i procedimenti pendenti. La situazione, insomma, è molto lontana da risolversi ed è molto facile che il Pro Piacenza venga escluso dal campionato nelle prossime settimane o per motivi legati ai procedimenti aperti, oppure se non dovessero riuscire a presentare in campo una squadra, come avvenuto dopo i quattro 0-3 a tavolino del Matera. Già in tre occasione infatti il Pro Piacenza non era sceso in campo. Se quindi non riuscirà a giocare contro il Cuneo domenica sarà escluso, secondo regolamento, dal campionato.

MATERA – Cala invece il sipario sul Matera, ormai senza speranze da tempo. Sulla sua esclusione è intervenuto così il presidente di Lega Pro Ghirelli: “Sono addolorato dell’esclusione dal campionato Serie C del club calcistico di una tra le più belle città del mondo come Matera. È una sconfitta, è così che io la considero. È una sconfitta perché esce un club di grandi tradizioni calcistiche. È una sconfitta per il sistema calcio perché il Commissario Coni-Figc non avendo fatto rispettare le regole, all’inizio del campionato, è stato causa di una caduta di credibilità seria. Chiedo scusa ai tifosi del Matera perché avrebbero meritato di evitare un lungo percorso di sofferenza. Rilevo una cosa importante: le regole vanno rispettate e se non si rispettano se ne esce sconfitti”.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018