Dopo la sfida tra Venezia e Pisa, dalla sala stampa dello stadio “Penzo” di Venezia parlano Belli, Caracciolo e il tecnico Luca D’Angelo:

Belli:Se andiamo a vedere le occasioni avute dal Venezia oggi è un punto guadagnato, d’altronde la Serie B è difficile e ci sono gare toste. Oggi abbiamo fatto bene e abbiamo saputo soffrire, ma gli abbiamo anche fatto male. Se Palombi non avesse colpito il palo ci sarebbe stato un risultato diverso, ma va bene così. Sapevamo di non essere partiti bene e ci siamo ricompattati nello spogliatoio. Siamo un grande gruppo e sappiamo soffrire insieme. Vogliamo proseguire su questa squadra perché mancano ancora tanti punti alla salvezza e vogliamo continuare così. Penso che sia un bilancio positivo fino a questo momento, tolte due o tre partite in cui non siamo stati bravi a rimanere in partita per 90’ non ricordo squadre che ci hanno messo sotto. Sapevamo che quest’anno la Serie B sarebbe stata più tosta dell’anno scorso, ma noi ci siamo. Ci siamo calati bene in questa situazione, questi 4-5 giorni serviranno per recuperare a livello mentale. La situazione è questa e dobbiamo farci trovare pronti”.

D’Angelo: “Mancavano una decina di minuti alla fine della partita, la prima mezz’ora abbiamo sofferto tanto però contro il Venezia, ci hanno messo in difficoltà a e noi eravamo poco fluidi. Dopo il vantaggio abbiamo fatto meglio mentre loro non erano stati incisivi come prima. Il risultato è giusto anche se il palo colpito alla fine è stato molto sfortunato. Dalla panchina mi sembra ci fosse stato fallo su Birindelli prima del gol del Venezia, se fosse stata fischiata una punizione sarebbe stato giusto, ma non ce la possiamo prendere con l’arbitro che ha disputato una grande partita e il mestiere dell’arbitro è un mestiere complicato. La squadra sta bene, lavora tanto. Ho dato fondo a tutti i cambi a disposizione, anche noi eravamo provati da questo lungo tour de force nonostante avessimo avuto qualche giorno di riposo in più del Venezia. Chi è entrato lo ha fatto molto bene. Ora c’è qualche giorno di riposo, ma da domenica torneremo a preparare i prossimi impegni alla grande”.

Caracciolo: “Secondo me il risultato è giusto, anche se loro hanno avuto qualcosa in più e dobbiamo fare i complimenti a Perilli che ci ha tenuto a galla per larghi tratti della partita. Noi poi siamo stati bravi in contropiede e alla fine si poteva sia vincere che perdere, ma il pareggio ci può stare. Essendo in vantaggio fino alla fine il risultato ci fa addirittura rammaricare, ma oggi ci sono tanti pensieri positivi. Siamo in serie positiva e oggi è stata una gara molto bella, dobbiamo continuare così dopo un periodo altalenante e siamo riusciti a uscire fuori. Ora facciamo qualche giorno di vacanza, io qualcuno in più (ride ndr) visto la squalifica, era da un po’ che ero diffidato. Sono convinto che chiunque giochi può far bene. Che giudizio dare in questa prima parte di campionato? Positivo anche se non sono arrivate le vittorie in quel periodo buio, ma anche prima quando non abbiamo portato a casa un paio di risultati che meritavamo”.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018