Il giocatore che ha più mercato nella rosa nerazzurra è Lorenzo Lucca. Dopo un anno in nerazzurro e una stagione in prestito all’Ajax ormai l’ex Palermo è pronto per un’altra avventura, ma per il Pisa ormai rappresenta una rendita importante e un affare d’oro per la proprietà.

UDINESE – Siamo ormai vicini alla conclusione di una trattativa durata poco più di una settimana tra i friulani, la società nerazzurra e Lorenzo Lucca. L’interessamento dell’Udinese per il giocatore si conosce da un articolo de La Nazione, mentre il riscatto fissato a 8 milioni e l’accordo tra le due società si conosce invece da un articolo di Gianluca Di Marzio. Dal quotidiano sportivo infine l’ultimo dettaglio della trattativa, ovvero la cifra del prestito oneroso, fissata a poco meno di un milione di euro. A confermare il tutto anche le parole del procuratore del giocatore, Giuseppe Riso, a Telefriuli: “L’appuntamento tra tutte le parti in causa è fissato per la questa settimana. La trattativa c’è e le società hanno già trovato l’intesa. Ora manca il sì di Lorenzo Lucca”. Ore calde in attesa che la trattativa vada definitivamente a buon fine, ormai in dirittura d’arrivo. C’era stato anche un interessamento di Sampdoria e Genoa, ma ormai l’interlocutore è la squadra friulana.

L’AJAX – L’anno scorso un’avventura in chiaroscuro all’Ajax. I lancieri pagarono un prestito oneroso di 1,5 milioni, ma non lo riscattarono per 10 milioni di euro. Le statistiche del calciatore in Olanda erano buone ma non entusiasmanti. Lucca ha disputato 13 partite in Eredivisie, per lo più da subentrato, per un totale di 118’ segnando due reti. E’ stato quindi protagonista nel campionato di Serie B olandese, l’Erstedivisie, con la maglia dello Jong Ajax, segnando 6 reti in 14 presenze con un minutaggio di 1097 minuti, mentre ha disputato anche una presenza per 90 minuti nella coppa olandese, svariate convocazioni in prima squadra per la Champions League e una apparizione, subentrato per 10 minuti, in Europa League, nella sconfitta del turno intermedio a febbraio contro la Union Berlino. Per un totale di 1315 minuti giocati, 8 reti in 29 presenze.

PISA, OSSERVATO SPECIALE – Con molte squadre alla caccia del centravanti del futuro per il calcio italiano, Lorenzo Lucca divenne osservato speciale nei primi mesi dal suo arrivo a Pisa nel 2021-22. Un exploit con 6 reti in 6 partite che attirò le attenzioni del ct della nazionale Roberto Mancini, presente all’Arena Garibaldi con Chicco Evani per osservarlo nel dicembre 2021. La parabola di Lucca si esaurì presto, col giocatore incapace di ritrovare la via del gol in tutto il resto della stagione in Serie B. A gennaio doveva andare al Sassuolo, ma a un passo dall’affare la proprietà di Knaster si oppose al trasferimento e non se ne fece nulla. Nel tempo il giocatore ha attirato le attenzioni del Milan, del Bologna (cui è sfuggito d’estate ad opera dell’Ajax), ma anche del Southampton e di altre squadre olandesi, una volta finito il suo periodo con i lancieri. Anche il Club Brugge ha fatto un sondaggio per lui.

GALLINA DALLE UOVA D’ORO – A conti fatti, Lorenzo Lucca rappresenta una vera e propria gallina dalle uova d’oro per il Pisa. Il suo contratto in nerazzurro è fino al 30 giugno 2026, ma la società dalla sua cessione in prestito all’Ajax ha già guadagnato 1,5 milioni e un altro milioncino potrebbe arrivare dal suo prestito all’Udinese. Soldi sicuri cui potrebbero aggiungersi altri 8 milioni se arriverà il riscatto. Se anche non dovesse poi far benissimo a Udine e in Serie A, il giocatore comunque ha già accumulato l’esperienza necessaria per continuare a fornire una rendita importante. Dato che Lucca non è intenzionato a rimanere in Serie B già dallo scorso anno, con obiettivi personali diversi, di fatto le cessioni del giocatore, futuribili e non, rappresentano una grande opportunità di guadagno per il Pisa e, probabilmente, potenzialmente il migliore affare nel breve e medio termine per la dirigenza.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018