Difficile commentare una partita così ricca di avvenimenti. Un buon inizio, tantissime azioni da gol concentrate nei primi 25-30 minuti e tanta voglia di stupire. Sembrava la partita della sterzata, con la squadra di Aquilani che aveva messo alle corde il Palermo anche con un gol di Marin annullato dal var. Tutto sembrava andare nella direzione giusta, ma poi è arrivata l’ennesima mazzata, l’ennesimo gol (ad opera di Insigne) al primo affondo avversario. Da lì in poi la squadra si è disunita, incapace di reagire ed è arrivata anche la seconda rete (con Brunori). Il carattere però stavolta è emerso nella ripresa con ben due reti in cinque minuti da parte di Marin e Valoti. Poco dopo però capitan Marin si fa espellere per un fallo (evitabilissimo) da rosso, anche se l’arbitro per lo stesso motivo non aveva espulso un calciatore rosanero nel primo tempo. Così la squadra di Aquilani soffre e tiene il campo, ma all’80’ altra doccia fredda con Segre che brucia tutti segna il definitivo 3-2. Forse adesso è davvero necessario cambiare gioco, senza incaponirsi su qualcosa di attualmente inattuabile, per un gioco più conservativo per salvare la categoria.

Squalifiche, infortuni e voglia di riscatto. Il Pisa arriva al Renzo Barbera di Palermo con 8 assenze illustri. Da Canestrelli, squalificato per il giallo in diffida contro il Catanzaro, passando per gli ultimi stop forzati di Beruatto, per un problema alla caviglia, e Barberis, a causa di una botta al polpaccio. Con loro ovviamente assenti i ‘soliti’ noti Touré, Matteo Tramoni, Torregrossa, Jureskin e Calabresi. Aquilani riserva qualche sorpresa di formazione. Da un lato il rientro di Caracciolo in difesa, ad affiancare Hermannsson davanti a Nicolas, mentre obbligata è la scelta dei due terzini Barbieri ed Esteves. Dall’altro il rientro di Veloso al fianco di Marin sulla cerniera di centrocampo, ma anche un’altra sorpresa, la scelta di Vignato titolare sulla trequarti con Valoti e D’Alessandro. In attacco ritorno da titolare anche per Moreo, mentre Gliozzi parte dalla panchina. Presenti quasi 300 tifosi pisani presenti al Barbera.

PRIMO TEMPO – La prima occasione della partita è ad opera di Esteves che, al 4′, converge e costringe Pigliacelli alla respinta. Poco dopo Barbieri con un tiro-cross impegna nuovamente l’estremo difensore dei siciliani, costretto a deviare in corner. Al 5′ Vignato si ritrova il pallone tra i piedi sullo sviluppo di un corner, ma il suo sinistro termina a lato. Al 10′ Vignato calcia dal limite e ottiene un altro calcio d’angolo grazie alla deviazione di una avversario. Pisa impetuoso nel primo quarto d’ora. L’assalto dei nerazzurri prosegue e al 17′, da posizione defilata, Marin cerca di sorprendere Pigliacelli, ma il portiere respinge ancora. E’ il preludio al gol perché al 19′ Marin emerge di testa sfruttando un tiro di Valoti sugli sviluppi di un corner, col capitano del Pisa che trafigge Pigliacelli. Il Var però annulla per fuorigioco e il risultato resta sullo 0-0. Al 25′ ancora Vignato ci prova dal limite, ma la conclusione è alta. Poco dopo destro di Di Francesco e prima occasione rosanero, ma la palla sfiora il palo alla sinistra di Nicolas. Alla seconda occasione però passa in vantaggio il Palermo con un solito svarione difensivo. Al 29′ Gomes serve Insigne che buca Caracciolo ed Hermannsson anticipando Nicolas e depositando in rete. Al 30′ reagisce il Pisa: Barbieri raccoglie un cross di Esteves, ma il suo tiro viene salvato sulla linea da Pigliacelli. Al 34′ è ancora Palermo con Di Francesco, ma il sinistro è alto sopra la traversa. Al 36′ Nicolas disinnesca una conclusione pericolosa di Brunori, ma i nerazzurri soffrono in questa fase. Al 42′ Brunori raccoglie un pallone dalla destra e i rosanero colpiscono ancora segnando il 2-0. Termina così il primo tempo.

SECONDO TEMPO – Al rientro dagli spogliatoi il Pisa ritrova la veemenza dei primi minuti. Al 49′ così è Marin ad accorciare le distanze con Marin e stavolta la sua rete è regolare. Al 54′ arriva anche il 2-2, con il Pisa che riprende il Palermo in soli cinque minuti. Sgroppata centrale di Esteves, palla larga per Barbieri, poi Moreo porta via l’uomo e Valoti che trafigge Pigliacelli segnando il suo sesto centro stagionale. Al 60′ viene però espulso Marin in seguito a un fallo giudicato da cartellino rosso dal var. Così per i nerazzurri entra Piccinini per Vignato, mentre il Palermo sostituisce l’infortunato Coulibaly con Soleri. Al 65′ Marconi di testa la gira di poco a lato e il Pisa si salva. Accade di tutto a questo punto. Traversa per i rosanero con Di Francesco servito da Insigne al 68′, poi Nicolas si immola salvando il risultato poco dopo sempre sul calciatore del Palermo. Continua la squadra di Corini con un incontenibile Insigne, ma Nicolas blocca a terra. Soffre il Pisa in inferiorità numerica, ma cerca comunque di affacciarsi nell’area avversaria. Così è Piccinini a impegnare Pigliacelli, prima di un’altra raffica di cambi. Aquilani infatti inserisce Nagy, De Vitis (prima stagionale) e Gliozzi per Valoti, D’Alessandro e Moreo a un quarto d’ora dalla fine. Arriva però il gol di Segre che risolve la partita per il Palermo all’80’. A niente serve l’ingresso di Masucci negli ultimi minuti per Caracciolo, il Pisa non riesce a pareggiarla ancora e si ferma qui dopo un ultimo miracolo di Nicolas su Brunori.

TABELLINO PALERMO-PISA 3-2
PALERMO (4-3-3): Pigliacelli; Graves, Marconi, Lucioni, Lund (76′ Aurelio); Segre, Gomes (76′ Stulac), Coulibaly (63′ Soleri); Di Francesco (76′ Di Mariano), Brunori, Insigne (87′ Valente). A disposizione: Desplanches, Kanuric, Mancuso, Nedelcearu, Vasic, Buttaro, Valente, Henderson. Allenatore: Corini
PISA (4-2-3-1): Nicolas; Barbieri, Caracciolo (85′ Masucci), Hermannsson, Esteves; Marin, Veloso; D’Alessandro (76′ De Vitis), Valoti (76′ Nagy), Vignato (63′ Piccinini); Moreo (76′ Gliozzi). A disposizione: Loria, Campani, Leverbe, Tramoni, Mlakar, Arena. Allenatore: Aquilani
Arbitro: Collu di Cagliari
Reti: 29′ Insigne, 42′ Brunori, 49′ Marin, 54′ Valoti, 80′ Segre
Ammoniti: Lund, Lucioni, Soleri, Hermannsson, Brunori
Espulsi: Marin
Note: Recupero 2’pt, 6′ st . Oltre 250 tifosi pisani presenti al Barbera.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018