Una delle reti più belle degli ultimi 20 anni di storia nerazzurra decide il match contro il Benevento. A segnarla l’uomo più atteso, Yonatan Cohen, che aveva preparato con grande intensità questa partita nelle scorse due settimane. Il suo sinistro dalla trequarti su punizione si insacca sotto l’incrocio dei pali e nulla può Paleari. La gara è bella e ritmata con continui capovolgimenti di fronte, ma a emergere dalla lotta è il Pisa che ritrova la vittoria dopo 5 gare, scalando al secondo posto nonostante le numerose assenze. La mente va già a quella che si profila essere la partita della prossima giornata contro la capolista Brescia.

Dopo cinque gare senza sconfitte il Pisa si ritrova a giocare contro un agguerrito Benevento in condizioni difficili. A mancare infatti sono ben 6 giocatori della rosa. Prima di tutto i tre squalificati Nagy, Lucca e Touré, con quest’ultimo che starà fuori tre gare, mentre i primi due rientreranno nella prossima sfida al Brescia. Gli altri assenti, per infortunio, sono i soliti lungodegenti Berra e Siega a cui si è aggiunto nel corso della settimana De Vitis, alle prese con un problema muscolare che lo terrà fuori presumibilmente un paio di settimane. Nonostante le assenze era davvero difficile prevedere un possibile 11 titolare per alcune scelte. Il Pisa torna al 3-5-2 con la possibilità di cambiare soluzione tattica in corso d’opera. In porta come sempre Nicolas, mentre i centrali sono Hermannsson, Caracciolo e Leverbe con Birindelli e Beruatto sulle fasce. Il trio di centrocampo è composto da Marin davanti alla difesa con Piccinini e Gucher, mentre le due punte sono Cohen e Masucci. La partita è divertente e combattuta da ambo i fronti con numerose occasioni da gol da una parte e dall’altra. Nel primo tempo emergono due eroi. Il primo è Yonatan Cohen, autore di un incredibile rete, forse una delle più belle degli ultimi 20 anni da parte di un giocatore del Pisa con una punizione a specchio rispetto al famoso destro di Ronaldinho ai Mondiali del 2002 contro l’Inghilterra, mentre il secondo eroe è Nicolas che para tutto quello che gli arriva davanti con due interventi pazzeschi tra i pali. Nella ripresa parte meglio il Benevento, ma il Pisa prende subito le misure e risponde colpo su colpo, soprattutto in contropiede con Birindelli. I nerazzurri però mantengono il sangue freddo, pur non tirando mai nello specchio della porta a parte la rete del primo tempo di Cohen, e portano a casa una vittoria importante che mancava dopo 5 partite. Ora sarà scontro al vertice col Brescia.

PRIMO TEMPO – La prima occasione è per il Benevento con Acampora che calcia da fuori, ma non trova la porta con un sinistro velenoso al 2′. Al 7′ Cohen si conquista e calcia una punizione destinata a rimanere nei libri di storia del Pisa. Il suo sinistro, da posizione defilata sulla trequarti sinistra, si insacca proprio sotto la traversa. Impossibile per Paleari riuscire ad arrivarci. Al 14′ Masucci si divora la palla del 2-0 calciando praticamente a porta sguarnita, ma è un Pisa che non lascia spazi di manovra agli avversari. Al 26′ Foulon mette in mezzo, ma Hermannsson mette in angolo. Al 29′ Improta di testa la mette sotto l’incrocio, ma Nicolas compie la prodezza respingendo in angolo. Un minuto dopo Cohen apre per Gucher a centrocampo, il capitano crossa basso per Masucci che manca di pochissimo l’appuntamento col pallone. Foulon nel frattempo ha un problema muscolare ed è il primo cambio anticipato per Caserta che inserisce al suo posto Elia. Al 35′ Ionita ha la palla del pareggio, ma Nicolas compie un altro intervento prodigioso respingendo in angolo. Al 40′ Masucci ha un’altra palla gol, dal coefficiente di difficoltà molto complesso e, sugli sviluppi di un angolo, il suo sinistro al volo termina alto. Al 42′ Calò impegna Nicolas su punizione che si rifugia in due tempi. Termina così il primo tempo.

SECONDO TEMPO – La ripresa vede il Benevento partire all’arrembaggio con Improta al 53′, il cui sinistro viene respinto da Nicolas. Gli ospiti subito dopo si bevono una importante occasione con Ionita che sfiora il palo, ma la palla è fuori. Caserta si gioca la carta Lapadula al 56′ che rileva Ionita per dare ancora più trazione anteriore al Benevento. Primo cambio per D’Angelo che al 61′ inserisce Sibilli per Masucci. Al 63′ contropiede dei nerazzurri sull’asse Cohen, Sibilli, Piccinini, Birindelli con quest’ultimo che va alla conclusione sfiorando il palo alla destra di Paleari. Poco dopo Sau si conquista abilmente un corner che si risolve in un nulla di fatto. Al 68′ i nerazzurri conquistano un angolo sull’ennesima punizione di Birindelli. Doppio cambio al 70′ per il Benevento che perde anche Sau per infortunio. Al suo posto e al posto di Calò infatti entrano Di Serio e Viviani. C’è ancora il tempo di vedere un destro di Gucher prima del cambio chiamato da D’Angelo che fa entrare al 71′ Mastinu. All’80’ D’Angelo chiude con tre cambi. A posto di Piccinini subentra Di Quinzio, al posto di Cohen entra Cisco, per il suo debutto ufficiale e al posto di Birindelli entra Marsura. Prova a prendere tempo la squadra di D’Angelo negli ultimi minuti non disdegnando di attaccare all’occorrenza anche in contropiede, ma la partita termina con la vittoria dei nerazzurri con un groppo in gola di un gol annullato negli ultimissimi secondi di recupero.

TABELLINO PISA-BENEVENTO 1-0
Pisa: Nicolas; Hermannsson, Caracciolo, Leverbe; Birindelli (80′ Marsura); Piccinini (80′ Marsura), Marin, Gucher (71′ Mastinu), Beruatto; Cohen (80′ Cisco), Masucci (61′ Sibilli). A disp. Livieri, Dekic, Seck, Spina, Quaini, Curci, Panattoni. All. D’Angelo.
Benevento: Paleari, Letizia, Acampora, Calò (70′ Viviani), Vogliacco, Improta, Foulon (34′ Elia), Insigne, Ionita (56′ Lapadula), Sau (70′ Di Serio), Barba. A disp. Manfredini, Tello, Vokic, Moncini, Masciangelo, Talia, Pastina, Brignola. All. Caserta.
Arbitro: Maurizio Mariani di Aprilia
Reti: 7′ Cohen
Ammoniti: Insigne, Cohen, Letizia
Note: Recupero 3′ pt, 5′ pt. 5.208 spettatori presenti.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018