Un pareggio beffardo, ma il Pisa c’è e può lottare per i playoff. Dopo le belle prestazioni delle ultime gare, arriva un’altra conferma importante per la truppa di D’Angelo nel derby con l’Empoli, in una partita giocata con autorevolezza contro la capolista. Passa in vantaggio Birindelli grazie a una rete strepitosa dopo una sgroppata infinita sulla fascia destra, pareggia Zurkowski nella ripresa, ma in mezzo i nerazzurri colpiscono un palo con Palombi (sempre lui) e giocano ad armi pari. Con il pareggio odierno i risultati consecutivi all’Arena salgono a dieci e i nerazzurri hanno cinque punti in più rispetto alle stesse gare del girone d’andata.

La capolista contro la potenziale outsider del campionato per l’unica sfida toscana del campionato cadetto. Pisa ed Empoli arrivano a questa partita con motivazioni e rabbia agonistica. I padroni di casa arrivano forti di 9 risultati utili consecutivi casalinghi, con una vittoria corsara a Monza e con voglia di rivalsa nei confronti dell’Empoli dopo la cocente sconfitta dell’andata. Gli ospiti invece vogliono vendere cara la pelle e vincere autorevolmente, per provare ad andare in fuga in classifica. Sullo sfondo della partita la vicenda complicata dei torti arbitrali, con entrambi i team vittime di decisioni discutibili nelle ultime settimane. D’Angelo arriva con il gruppo quasi al completo, senza Masucci e Sibilli ancora fermi per infortunio, con uno stop forzato di Pisano per il mal di schiena e senza Masetti, protagonista di una bella prestazione nella Primavera, tra i primi posti in classifica in campionato. In campo D’Angelo schiera il solito 4-3-1-2 con Gori tra i pali, Birindelli, in odore di annuncio di rinnovo, sulla destra, Beghetto sulla sinistra e la linea centrale composta da Varnier e Caracciolo. A centrocampo Siega agirà come mezzala con Mazzitelli, mentre De Vitis si piazza davanti alla difesa. Gucher invece è confermato nella posizione di trequartista dietro le due punte Palombi e Marconi. In campo si vede una partita di altissimo livello, equilibratissima nel primo tempo. Il Pisa crea molte occasioni specialmente nella prima parte della prima frazione di gioco, poi sono gli ospiti ad andare vicini alla rete in un paio di occasioni. Sono i nerazzurri ad andare in vantaggio a 10′ dall’intervallo con una rete pazzesca di Birindelli che va via sulla fascia e beffa tutti con un coast to coast impressionante. Nella ripresa il Pisa colpisce un palo con Palombi, ancora lui, poi è Zurkowski che la pareggia, ma i nerazzurri non si arrendono e provano a segnare fino alla fine, portando comunque a casa un pareggio.

PRIMO TEMPO – Ritmi altissimi fin dai primi minuti, con i nerazzurri che vanno vicinissimi al gol con Gucher dopo 60 secondi, grazie a un errore grave di Nikolau che consegna il pallone al capitano del Pisa, ma la sua conclusione è fuori di pochissimo. Al 2′ Moreo prova a impegnare Gori penetrando in area, ma il suo tiro di controbalzo è strozzato e non rappresenta un problema per l’estremo difensore nerazzurro. Al 4′ ancora Gucher si destreggia in mezzo a due avversari, prova il tiro dai 25 metri, ma il pallone si impenna. Al 7′ Moreo si mangia un’occasione colossale su una veloce azione dell’Empoli, che porta il trequartista in condizioni di calciare al volo di sinistro, ma la sua conclusione termina a lato attraversando tutta l’area piccola. Al 13′ Birindelli riceve palla e prova una velenosa conclusione dai 25 metri, con Brignoli che non trattiene il pallone ed è costretto a mettere in angolo. Al 17′ Marconi ruba palla in avanti, la appoggia per Siega e poi serve Gucher che crossa un pallone troppo telefonato, tra le braccia di Brignoli. Ancora Gucher al 19′ dalla distanza, ma il capitano del Pisa è impreciso e calcia fuori. Al 26′ nerazzurri vicinissimi al gol con una grande azione, terminata con l’ultimo passaggio di Mazzitelli per Marconi che, dopo aver calciato al volo, sfiora il palo alla sinistra di Brignoli. Replica al 27′ Stulac con un tiro velleitario che termina in Curva Nord. Al 29′ Moreo prova a chiudere con un colpo di testa un contropiede dell’Empoli ben orchestrato, ma la conclusione è ampiamente a lato. Al 31′ calcio d’angolo per gli ospiti con Stulac che trova Romagnoli, ma il centrale empolese, di testa, sfiora la traversa andando vicino al vantaggio. I nerazzurri passano meritatamente in vantaggio al 35′ grazie a un incredibile coast to coast di Birindelli che va via sulla fascia, converge e di punta beffa Brignoli. Al 45′ l’ultima occasione prima dell’intervallo è per gli ospiti con un tiro al volo di Haas che si perde sopra la traversa.

SECONDO TEMPO – Staffetta Bajrami-Moreo come primo cambio per l’Empoli al rientro dall’intervallo, con gli ospiti che, dopo pochi secondi dall’avvio della ripresa, provano a rendersi pericolosi con Haas, ma Gori blocca centralmente la conclusione mancina del centrocampista. Al 50′ ancora Haas ha una buona occasione di testa in area su cross di Mancuso, ma non è preciso e la palla finisce a lato. Risponde Marconi per i nerazzurri con un sinistro insidioso che Brignoli devia in corner. Dal conseguente angolo Bajrami si invola in contropiede, ma viene chiuso da un Siega tuttocampista che mette a sua volta in corner. Cresce di intensità la squadra ospite, ma si infrange sempre sulla retroguardia nerazzurra che prova in più occasioni a chiudere la porta alle incursioni offensive della squadra di Dionisi. Al 57′, da uno schema su punizione, i nerazzurri colpiscono il palo, ancora una volta con Palombi, nel migliore momento dell’Empoli, con la possibilità di rompere definitivamente l’equilibrio della partita. Al 62′ Mazzitelli prova la conclusione dalla distanza, ma il tiro è alto. La replica degli ospiti arriva con Mancuso che di testa la mette alta. D’Angelo effettua due cambi, inserendo Marin per Mazzitelli e Vido per Palombi. Proprio Vido al 66′ ha la palla del 2-0, andando via in velocità ma, solo davanti al portiere, la calcia addosso a Brignoli. Al 70′ Parisi, raccolta una respinta su angolo, calcia al volo di sinistro, ma il pallone sibila alla sinistra del palo difeso da Gori. Doppio cambio per l’Empoli al 73′ con Matos per La Mantia e Zurkowski per Ricci. Pareggia l’Empoli al 76′ con Zurkowski dopo un’azione prolungata sulla sinistra che porta Parisi al cross e il neoentrato calciatore degli ospiti a trovare una rete preziosissima. All’80 Bajrami prova dalla distanza, ma il tiro è alto sopra la traversa. Altri due cambi per i nerazzurri con Belli e Mastinu che rilevano Birindelli e un De Vitis che ha finito la benzina. All’83’ il Pisa ha l’occasione per passare nuovamente in vantaggio, ma il sinistro di Mastinu al volo su invito di Vido è alto di poco. All’87’ grande occasione di Siega che se ne va a tutto campo, dribbla un avversario, ma il suo destro è troppo debole. Dopo una serie di capovolgimenti di fronte, il Pisa al 91′ inserisce anche Quaini per Gucher, giocandosela fino alla fine. L’ultimo tiro del Pisa è al 92′ con Vido.

TABELLINO PISA-EMPOLI 1-1
Pisa: Gori; Birindelli (81′ Belli), Varnier, Caracciolo, Beghetto; Siega, De Vitis (81′ Mastinu), Mazzitelli (65′ Marin); Gucher (91′ Quaini); Palombi (65′ Vido), Marconi. A disposizione: Perilli, Benedetti, Meroni, Lisi, Soddimo, Marsura. All. D’Angelo.
Empoli: Brignoli; Fiamozzi, Nikolaou, Romagnoli, Parisi (85′ Terzic); Ricci (73′ Zurkowski), Stulac (91′ Damiani), Haas; Moreo (46′ Bajrami); La Mantia (73′ Matos), Mancuso. A disposizione: Furlan, Pirrello, Sabelli, Cambiaso, Casale, Crociata, Olvieri. All. Dionisi.
Arbitro: Manganiello di Pinerolo
Reti: 35′ Birindelli, 76′ Zurkowski
Note: Recupero 0 pt, 3′ st

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018