Un’occasione persa e due punti buttati oggi per una moltitudine di ragioni. Da una parte una terna arbitrale che ha fatto di tutto per perdere il polso della situazione, lasciando giocare un secondo tempo da Serie C molto frammentato e assegnando un rigore inesistente agli ospiti, dall’altra il Pisa ci mette del suo e non sfrutta un altro rigore che avrebbe meritatamente portato ai 3 punti. Peccato perché nel primo tempo Marsura aveva portato in vantaggio i nerazzurri mentre il Pisa ha avuto anche una decina di minuti in superiorità numerica per provare a conquistare la posta in gioco nel finale.

Per continuare sulla strada tracciata, i nerazzurri sono alla caccia del secondo successo consecutivo dopo la vittoria con il Brescia, che permetterebbe di mantenere il primo posto appena riconquistato in classifica. Luca D’Angelo deve rinunciare a Caracciolo, squalificato dopo il giallo ricevuto in diffida in Lombardia, ma anche a De Vitis, che dovrebbe rientrare contro il Como, oltre ai soliti lungodegenti Siega e Berra. Torna invece Tourè, di rientro dopo la squalifica di due giornate ricevuta dopo l’espulsione col Cittadella, ridotta dalla precedenti tre giornate decise dal giudice sportivo. Lo schema è il solito 4-3-1-2 con l’obbligo di schierare in difesa Birindelli (capitano), con Leverbe, Hermannsson e Beruatto davanti a Nicolas. A centrocampo si ricostituisce il trio Nagy, Marin e Touré, con Marsura, Sibilli e Lucca trio d’attacco. Il Perugia invece ha diverse assenze nella formazione scelta da Alvini privo di Angella, e Santoro infortunati, Rosi per Covid e Curado e Falzerano squalificati. che ha optato per Sgarbi, Zanandrea e Dell’Orco tra i centrali difensivi davanti a Chichizola, oltre a Ferrarini e Lisi sulle fasce, Burrai, Kouan e Segre a centrocampo e la coppia d’attacco Matos e De Luca. Prevendita con l’Arena che ha fatto fatica a superare i 4000 spettatori nella fredda serata di martedì, resa complicata anche dall’orario lavorativo. La partita vede i nerazzurri passare in vantaggio con un gran gol di Marsura all’11’ che converge sul destro dalla sinistra e apre scagliando un destro che si insacca nell’angolino basso alla sinistra di Chichizola. La partita si gioca a viso aperto tra le due squadre con il Perugia che non parte battuto nonostante la buona partenza dei nerazzurri. Il grifo si vede annullare giustamente una rete al 21′ mentre i nerazzurri non si vedono assegnare un rigore netto al 29′ per un fallo di Kouan su Touré non ravvisato dall’arbitro. La ripresa invece vede un gioco incredibilmente frammentato con una serie di gravi errori anche da parte della terna arbitrale. Prima viene assegnato un rigore inesistente al Perugia che De Luca mette dentro, poi Lucca ne sbaglia un altro e la partita si avvia verso la fine con 7′ di recupero visto il gioco molto frammentato.

PRIMO TEMPO – Gara combattuta fin da subito con i nerazzurri pericolosi al 2′ con Sibilli che non traduce in rete un cross di Beruatto, sfiorando il palo e un minuto dopo Lisi che, a tu per tu con Nicolas, calcia di pochissimo a lato. Al 10′ Nicolas deve togliere le castagne dal fuoco impedendo a De Luca di segnare su un colpo di testa a botta sicura. Pochi secondi dopo però arriva il vantaggio del Pisa con Marsura che rientra sul destro e brucia Chichizola con una conclusione velenosa che si insacca nell’angolino basso. Al 21′ l’arbitro Miele annulla un gol a Kouan in area di rigore per una trattenuta di De Luca su Beruatto. Al 24′ azione confusionaria di Marsura e Sibilli col Perugia che si salva. Poco dopo De Luca non sfrutta una buona occasione e calcia sull’esterno della rete. Ci prova ancora il Perugia, con il solito numero 9 che svetta su Beruatto, ma spedisce a lato. Contatto dubbio in area di rigore al 29′ tra Kouan e Touré, ma l’arbitro lascia correre. Dal replay si vede nettamente Kouan toccare la gamba del giocatore del Pisa, ma non viene incredibilmente assegnato il rigore. Al 38′ Birindelli prova un sinistro velleitario che si alza sopra la traversa. Termina così il primo tempo.

SECONDO TEMPO – Dopo pochi minuti della ripresa Ferrarini deve arrendersi e uscire per infortunio. Il Perugia allora effettua il doppio cambio inserendo al posto del terzino Righetti e Murgia al posto di Kouan. Prima conclusione verso la porta al 60′ con Burrai che trova la pronta respinta di Hermannsson. Primi cambi anche per il Pisa con Cohen che rileva Sibili e Gucher che rileva Marsura. Un errore del capitano al 67′ permette un contropiede al Perugia che spara alto con De Luca. Poco dopo per un contatto tra Gucher e De Luca l’arbitro decide di andare al var e assegnare il rigore al Perugia che obiettivamente dalle immagini è quantomeno generoso, per non dire inesistente. Dal dischetto il solito De Luca pareggia. Al 79′ stavolta è Lucca ad essere abbattuto in area da Zanandrea che viene espulso per doppia ammonizione. Dal dischetto però Lucca si fa ipnotizzare da Chichizola e il risultato resta in parità. Si gioca ormai poco o nulla e la partita è fortemente frammentata. D’Angelo si gioca la carta Mastinu per Marin. All’88’ Birindelli lascia partire un destro che termina a lato. Negli ultimi minuti entra anche Masucci. Al 94′ in pieno recupero Gucher impegna Chichizola, ma la partita finisce qui.

TABELLINO PISA-PERUGIA 1-1
Pisa: Nicolas; Birindelli, Leverbe, Hermannsson, Beruatto; Touré (89′ Masucci), Nagy, Marin (84′ Mastinu); Marsura (65′ Gucher), Sibilli (65′ Cohen), Lucca. A disposizione: Livieri, Dekic; Cisco, Quaini, Piccinini, Di Quinzio. All. D’Angelo.
Perugia: Chichizola; Sgarbi, Dell’Orco, Zanandrea; Ferrarini (56′ Righetti), Segre, Burrai, Kouan (56′ Murgia), Lisi; Matos (85′ Vanbaleghem), De Luca. A disposizione: Fulignati, Megyeri, Baldi, Gyabua, Sounas, Ghion, Manneh, Murano, Bianchimano. All. Alvini.
Arbitro: Miele di Nola (Di Gioia-Massara – IV° Centi – VAR: Marini – AVAR: Rossi)
Reti: 11′ Marsura, 72′ De Luca (rig.)
Ammoniti: Beruatto, Lisi, Birindelli, Zanandrea, Hermannsson
Note: Recupero 0 pt 7′ st Spettatori 4.127

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018