Dal Grand Hotel La Pace di Montecatini il Pisa ha presentato le nuove maglie per la stagione 2020/2021. La società nerazzurra ha deciso di mostrare la prima e la seconda divisa, mentre la terza verrà presentata in un secondo momento, grazie a un evento dedicato. Ufficializzato anche lo sponsor Cetilar, grazie all’azienda Pharmanutra che ha deciso di legarsi al Pisa per un anno, comparendo per tutta la stagione sulla divisa nerazzurra, ma nell’ambito di un accordo più ampio.

LE MAGLIE – Due divise che guardano al futuro, con una maglia nerazzurra più nera nella parte superiore e a strisce più sottili del solito, ma dall’effetto suggestivo, grazie agli inserti gialli che sono rimasti legati alla divisa. La maglia bianca invece è di carattere con un ideale graffio nero, ben mostrato dai calciatori in un video di presentazione dedicato. La terza invece, che sarà verde, sarà presentata in un evento dedicato in un secondo momento.

CORRADO – Queste le parole del presidente Corrado: “Questo è un momento tradizionale, la presentazione della divisa che ci accompagnerà per tutta la stagione. Gli scorsi anni lo facevamo all’Arena e purtroppo quest’anno non sarà possibile. A Pisa una semplice presentazione di una divisa mostrava un tifo caloroso che ci incoraggiava per tutta la stagione. Purtroppo il Covid ci ha messo in condizione di non avere il pubblico sia nella parte finale del campionato, sia per eventi di questo tipo. Nel momento in cui si potrà tornare all’Arena, vi faccio una promessa: 48 ore dopo faremo questa manifestazione allo stadio perché non vogliamo perdere questa opportunità, vogliamo fare in modo che i nostri tifosi non si sentano soli e comunque realizzeremo una presentazione “ammodino” per loro, anche se avremo già disputato 3, 4 o 5 partite di campionato. Oggi presentiamo la prima e la seconda maglia, mentre la terza verrà presentata in un secondo momento. Ho voluto aggiungere un piccolo particolare a questa presentazione, legata allo sponsor. È infatti presente Carlo Volpi di Pharmanutra con cui, 48 ore fa abbiamo firmato il nuovo accordo. Sarà nostro partner commerciale per tutto l’anno. La soddisfazione più importante è sapere di aver costruito qualcosa di importante e di aver colto l’attenzione di una azienda come Pharmanutra. Questo è un aspetto che potremmo, dal punto di vista aziendale, paragonare alla vittoria di un campionato. Sul territorio di Pisa dobbiamo avere la vanità e la presunzione di dire che nessun mezzo è superiore a noi per poter aiutare lo sviluppo del territorio. In un territorio come Pisa in cui tante società ci hanno seguito, ognuna con le sue potenzialità, noi non abbiamo mai perso un cliente e vuol dire che abbiamo soddisfatto tutti. Essere scelti come è stato in questo caso per noi è molto importante. Questo marchio ci seguirà al di là delle maglie, ma nell’ambito della presentazione delle maglie non potevamo non coinvolgere il nostro prezioso sponsor. Una società oggi vale anche per ciò che è scritto davanti alle maglie e quello che c’è scritto oggi vale tantissimo”.

PHARMANUTRA – Carlo Volpi, amministratore delegato di Pharmanutra, presenta così le divise: “Legarci alla società della nostra città è stato veramente un passaggio naturale e non si limita ad avere sol un passaggio sulle maglie della squadra. Noi siamo una società farmaceutica e lavorare con una società sportiva è importante. Da anni siamo medical partner di molte società sportive e collaborare con lo staff medico è un aspetto fondamentale perché si possono sviluppare iniziative che possono aggiungere valore a un rapporto di collaborazione che ha come finalità principale quello di supportare l’ambizioso percorso del Pisa. Crediamo nella serietà del progetto e che possa rappresentare un valore importante per trasmettere il nostro marchio. Crediamo nel valore sociale del mondo dello sport. Una società di calcio ha un valore per il territorio che va al di là del semplice valore sportivo. Il Pisa rappresenta un valore a prescindere. Noi che siamo una realtà industriale della città abbiamo ritenuto un passaggio naturale continuare a supportare la squadra di calcio del Pisa. Il contratto è annuale, ma è chiaro che se il rapporto va avanti come è iniziato, nel momento in cui le cose si sviluppano per entrambi non ci sarà nessun motivo per non proseguire la collaborazione”.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018