La corsa al miglior piazzamento per i playoff, ma anche per il primo posto con Entella e Piacenza a giocarsi il primato, entra nel vivo per le ultime giornate di campionato. Ecco il cammino del Pisa e delle sue avversarie a quattro giornate dal termine.

PISA – I nerazzurri che dovranno fare a meno di Verna (ancora sconosciuti i tempi di recupero), di Liotti e De Vitis, hanno ottenuto 12 risultati utili consecutivi e sono la squadra al momento più in forma del campionato. Nel loro cammino ancora due trasferte, contro Arzachena e Pro Patria, oltre a due gare in casa contro Pontedera e Novara. Difficile vincerle tutte, ma l’ambiente è molto carico e fino adesso i punti persi per strada nel girone di ritorno sono molto pochi. La rimonta potrebbe continuare.

VIRTUS ENTELLA – Ormai quasi a un passo dalla vittoria del campionato, ha ancora tre pesanti scontri diretti contro Arezzo, Carrarese e soprattutto contro il Piacenza, nel recupero che si giocherà il 23 aprile. Per i biancoazzurri ci saranno però anche Pro Patri e Juve U23 fuori casa, ma ci sono ancora 5 partite da giocare, quattro punti di vantaggio sulla seconda e 7 sulla terza a rassicurarli per questo finale di campionato.

PIACENZA – Anche al Piacenza mancano 5 partite alla fine del campionato. Una squadra costruita per vincere che però ha ancora due scontri diretti di una certa entità all’orizzonte, dovendo giocare contro la Virtus Entella nel recupero e poi contro il Siena all’ultima giornata. Dalla sfida contro l’Entella si capiranno anche alcuni equilibri. Una vittoria del Piacenza metterebbe altissima pressione per lo sprint finale, una sconfitta riaprirebbe la corsa al secondo posto col Pisa in agguato.

PRO VERCELLI – A due lunghezze dal Pisa c’è la Pro Vercelli che di fronte a sé ha ancora solo 3 partite. Il motivo è presto detto, poiché i piemontesi si ritrovano in calendario la sfida alla Pro Piacenza della 37° giornata che darà loro 3 punti senza scendere in campo a causa dell’esclusione dei propri avversari dal campionato. Il calendario è abbastanza agevole con sfide a Lucchese, Pistoiese e Olbia e la Pro Vercelli può davvero essere molto fastidiosa per il Pisa, che dovrà far bene per evitare il ritorno di fiamma di una squadra che nel girone di ritorno ha perso veramente tanti punti, ma che sembra essersi rimessa in carreggiata con le ultimissime prestazioni.

SIENA, CARRARESE E AREZZO –  Mentre l’Arezzo attende la sfida all’Alessandria di stasera che la metterà in pari in quanto a gare da disputare, sia i granata che Siena e Carrarese hanno un calendario abbastanza complesso, dovendo affrontare almeno 2 scontri diretti a testa. In particolare ci sarà proprio Carrarese-Siena alla giornata 36 che potrebbe eliminare una delle due compagini dalla lotta playoff, senza contare che all’ultima giornata il Siena affronterà il Piacenza, mentre la Carrarese l’Entella. Non proprio il migliore dei calendari. L’Arezzo invece ha un cammino più agevole con il solo scontro all’Entella, i tre punti che otterrà dalla sfida contro la Pro Piacenza e poi infine Gozzano e Pistoiese.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018