Il campionato ha parlato ancora, regalando un’altra giornata di grande passione e imprevedibilità. Adesso il Pisa andrà a Lecce, ma senza niente da perdere e, anche se sta inseguendo, l’onere della prova sarà tutto per la squadra di casa. Ecco perché i calciatori possono vivere questa sfida giocandosi le proprie carte, ma con la mente finalmente libera.

LA CORSA ENTRA NEL VIVO – Tre giornate alla fine e una classifica cortissima. Lì davanti può ancora succedere di tutto. Ma, proprio per questo motivo, dopo aver ritrovato la lucidità perduta nella sfida, anche terapeutica, contro il Como, Lecce-Pisa si candida per essere la partita dell’anno. Una partita che nasconde però più insidie per i leccesi rispetto ai nerazzurri. I giallorossi infatti sono una squadra creata al solo scopo di vincere il campionato. Il Pisa, se anche non dovesse andare in Serie A diretta, o passando dai playoff, non vivrebbe in società un tale risultato come un fallimento, dato che l’obiettivo è sempre stato quello di arrivare ai playoff migliorando i risultati delle precedenti stagioni, costruendo qualcosa destinato a durare. Il Lecce se invece non dovesse farcela vivrebbe questo risultato come un fallimento. L’onere della prova e della responsabilità è tutto sui piedi dei pugliesi. Sarà da qui che i giocatori del Pisa domani, dopo un giorno di riposo, dovranno ripartire per preparare questa importante partita. La palla dovrà bruciare ma sui piedi dei calciatori della squadra di Baroni, mentre D’Angelo e i senatori nerazzurri non dovranno pensare ad altro se non a far arrivare i propri giocatori nelle migliori condizioni fisiche e mentali. Divertitevi ragazzi, perché noi ci stiamo già divertendo tantissimo.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018