Salutate la capolista. Nerazzurri in testa in solitaria dopo il pareggio del Brescia e la sconfitta dell’Ascoli. Un’altra vittoria matura per gli uomini di D’Angelo che ribaltano il risultato dopo essere passati momentaneamente in svantaggio con gol di Proia nel primo tempo. A segnare ci pensa Touré, al suo primo gol con la maglia del Pisa poi, nella ripresa, dopo una rete annullata dal Var al Vicenza, è Birindelli a decidere la partita con una bordata potentissima da fuori area. Nel recupero Mastinu segna anche di tacco dando il via alla festa. Il Pisa adesso inizia a sognare in grande.

Contro un avversario ancora a zero punti in classifica e in piena contestazione del suo tifo, il Pisa è alla sua prima di una serie di quattro partite che precederanno una nuova sosta per le nazionali. Obiettivo far bene partita dopo partita per ottenere più punti possibili. D’Angelo conferma il 4-3-1-2 con Nicolas tra i pali, Hermannsson nuovamente riadattato a destra con Beruatto a sinistra, mentre Leverbe e Caracciolo sono i due centrali. Davanti alla difesa c’è De Vitis, con Marin e Touré mezzali e Gucher che fa il trequartista dietro le due punte Marsura e Lucca. Non convocati Seck, con la Primavera dove ha vinto 3-1 contro il Frosinone segnando anche un gol, ma anche Curci e gli infortunati Kucich, Berra e Siega. Grande equilibrio in campo, ma maggiore possesso palla per il Pisa nel primo tempo. A passare in vantaggio è il Vicenza che, sul primo dei suoi due tiri in porta della prima frazione, trova la rete con un colpo di testa di Proia che salta più in alto di Beruatto al 30′. Due minuti prima dell’intervallo però arriva il pareggio dei nerazzurro con Touré che, sempre di testa, traduce in rete un cross di Gucher. Il tedesco si era chiamato la rete proprio mercoledì, quando aveva dichiarato di aspettare con ansia il suo primo gol in nerazzurro. Nella ripresa viene annullato un gol al Vicenza dal Var, mentre i nerazzurri, nella seconda metà, crescono di intensità andando a trovare il gol del 2-1 grazie a Birindelli che, con una bordata da fuori area, trafigge Grandi chiudendo i conti. Al 92′ Mastinu su assist di Masucci segna anche il 3-1 di tacco. Pisani in visibilio. La vittoria proietta i nerazzurri soli in testa al campionato.

PRIMO TEMPO – Pisa subito pericoloso con De Vitis sugli sviluppi di un calcio d’angolo, grazie a un inaspettato sinistro che viene bloccato da Grandi. I ritmi sono fin da subito molto alti. All’8′ c’è la prima conclusione del Vicenza con un destro di Meggiorini deviato da Hermannsson in calcio d’angolo. Al 10′ Touré serve Gucher, il capitano gira di destro, ma Grandi fa sua la sfera. Al 15′ ancora Touré si conquista un angolo con un durissimo contrasto. Al 18′ Gucher lascia partire un sinistro lento, ma velenoso che viene deviato in calcio d’angolo. Dal corner la palla arriva a Beruatto, ma il suo cross di prima intenzione si trasforma in una conclusione che sfiora il palo alla sinistra di Grandi. Il ritmo si abbassa leggermente e si lotta molto a centrocampo. Al 30′, sulla prima conclusione per i padroni di casa, su colpo di testa Proia trova il vantaggio staccando su Beruatto e trafiggendo la porta difesa da Nicolas. Al 32′ pasticcio della difesa vicentina su cross di Touré, con Cappelletti che rischia di trasformarsi in un clamoroso assist per Gucher, ma Grandi riesce a salvare la situazione. Al 36′ insiste il Vicenza con Dalmonte, ma Nicolas respinge il suo tiro, reso più insidioso da un rimbalzo. Nerazzurri che accusano il colpo e non riescono a sfruttare il maggior possesso palla. Al 42′ grande chance per il Pisa: Prima Lucca colpisce Tourè su colpo di testa in seguito al corner battuto da Gucher, poi Marsura rimette in mezzo per Caracciolo, ma Grandi blocca la sfera. Si tratta del preludio al gol che arriva al 43′ grazie a un cross di Gucher che pesca Touré, abilissimo di testa a deviare in rete il pallone. Termina così il primo tempo.

Birindelli circondato dai compagni dopo la vittoria (foto Pisa SC)

SECONDO TEMPO – Comincia la ripresa senza cambi. Al 46′ viene ammonito Ranocchia per un duro intervento su Touré. Al 51′ punizione di Ranocchia, ma Nicolas agguanta in presa. Si gioca un po’ a sprazzi e con poca lucidità in campo. Al 55′ doppio tiro da fuori di Pontisso, prima con un destro ribattuto, poi con un sinistro bloccato da Nicolas. Al 57′ Ranocchia allarga per Dalmonte, ma il suo cross viene spazzato via da Caracciolo. Al 58′ i primi cambi. Pontisso esce e lascia spazio all’ex Zonta, poi Marsura esce e al suo posto entra Sibilli, mentre Hermannsson viene rivelato da Birindelli. Al 61′ Ranocchia pesca il coniglio dal cilindro con un destro piazzato che lascia immobile Nicolas per il vantaggio del Vicenza. Per una posizione irregolare di Meggiorini il gol viene annullato dal Var e il Pisa si salva. Al 64′ Nagy rileva De Vitis. Al 67′ calcio di punizione di Beruatto che pesca Birindelli. Il terzino d’esterno destro prova a beffare Grandi, ma il portiere devia in corner. Un minuto dopo Dalmonte calcia di prima intenzione da fuori, ma una deviazione mette in difficoltà Nicolas che respinge di piede. Di Carlo si gioca tutte le carte a disposizione inserendo la bandiera Giacomelli insieme a Lanzafame per Dalmonte e Meggiorini. Bruscagin cade male dopo un contrasto su Lucca e viene cambiato con Calderoni. Quindi il Vicenza chiude il giro di sostituzioni con Crecco per Proia. All’81’ il Pisa passa in vantaggio dopo essere cresciuto in velocità. Birindelli segna la rete del 2-1 avventandosi sulla respinta di Grandi su tiro di Beruatto. D’Angelo esaurisce i cambi inserendo Mastinu per Gucher e Masucci per Lucca. All’87’ è proprio Mastinu a calciare su punizione alto, ma è non l’ultima occasione della partita che termina con un gran gol del centrocampista di tacco al 92′ su assist di Masucci. Vittoria nerazzurra meritatissima.

TABELLINO VICENZA-PISA 1-3
Vicenza: Grandi; Cappelletti, Di Pardo, Bruscagin (76′ Calderoni), Rigoni; Ranocchia, Pasini, Pontisso (58′ Zonta); Proia (76′ Crecco); Dalmonte (71′ Giacomelli), Meggiorini (71′ Lanzafame). A disposizione: Pizzignacco; Padella, Brosco, Ierardi, Longo, Confente, Mancini. All. Di Carlo.
Pisa: Nicolas; Hermannsson (58′ Birindelli), Leverbe, Caracciolo, Beruatto; Touré, Marin, Gucher (83′ Mastinu); De Vitis (64′ Nagy), Lucca (83′ Masucci), Marsura (58′ Sibilli). A disposizione: Livieri, Dekic; Cisco, Cohen, Quaini, Piccinini, Di Quinzio. All. D’Angelo.
Arbitro: Massa di Imperia (Vecchi-Lombardo – IV° Caldera – VAR: Serra – AVAR: Raspolini)
Reti: 30′ Proia, 43′ Tourè, 81′ Birindelli, 92′ Mastinu
Ammoniti: Bruscagin, Ranocchia, Meggiorini, Nicolas, Mastinu, Giacomelli
Note: 650 spettatori pisani presenti

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018