Montella saluta Pisa per accasarsi all’Albinoleffe. Va via uno degli uomini promozione dello scorso campionato.

Un anno e mezzo intenso per Antonio Montella. Dalle gioie della promozione, conquistata lo scorso anno con 5 gol in 25 presenze, alle difficoltà e al grande impegno di quest’anno. Montella non era uno dei titolari dell’undici nerazzurro, ma era sempre tenuto in grande considerazione da Gattuso. Si faceva sempre trovar pronto in qualsiasi occasione. Tra i momenti più importanti di questa stagione, la rete di Gubbio allo scadere contro la Salernitana in Coppa Italia ad agosto che ha spianato la strada alla qualificazione conquistata ai rigori, prima della sfida di novembre contro il Torino.

Questi i saluti nella nota diffusa dalla società nel tardo pomeriggio: “La società ringrazia il calciatore per i traguardi raggiunti assieme e per la professionalità sempre dimostrata e al contempo gli augura le migliori fortune per il prosieguo della carriera.”

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018