Michele Pazienza parla al termine di Alessandria-Pisa. Il tecnico neroazzurro soddisfatto della prestazione della squadra, arrivata con lo spirito giusto, ma non scioglie il nodo panchina. Anche Mannini fa eco alle dichiarazioni del mister.

Queste le parole di Pazienza:Sarà una serata da ricordare, un esordio con vittoria e una serata magica. Sono contento. Non mi piace parlare di modulo. I ragazzi hanno avuto la giusta interpretazione della gara. Avevo chiesto uno spirito giusto, di tattica non se ne può parlare, sono qui solo da due giorni. Eusepi come tutti i suoi compagni di squadra ha usato lo spirito giusto che ci voleva. La squadra può fare ancora meglio. Mi interessava l’approccio alla partita dei ragazzi. Ho cercato di ricordare ai ragazzi le qualità importanti e ho trasmesso loro le mie emozioni e il mio modo di vivere il calcio. Mi godo questa serata e viviamo alla giornata. E’ un inizio, da domani vedremo. Se resto in panchina? E’ una domanda da fare alla società. Li ho sentiti molto vicini, quello che succederà lo vedremo”

Questo invece il commento di Danielel Mannini: “E’ stata una risposta positiva alle critiche arrivate. Pareggiare in casa con l’ultima è stata una cosa molto negativa. Dobbiamo essere professionisti sia nei momenti belli che in quelli brutti. Oggi c’era bisogno di una risposta, era una partita cruciale e delicata per tutti. In tre giorni abbiamo preparato alla grande questa partita. Viviamo alla giornata.”

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018