Carmine Gautieri è il nuovo allenatore del Pisa. Il mister di origine campana è il nome scelto per il dopo Gattuso. Ecco le sue prime parole in conferenza stampa. Presente il presidente Corrado che ha parlato anche di stadio e abbonamenti.

Dopo lunghe fasi di trattative e diversi allenatori valutati, alla fine è arrivato l’annuncio: Carmine Gautieri è il nuovo allenatore del Pisa. Il mister è stato ufficialmente presentato questo pomeriggio. Per lui contratto di un anno con prolungamento automatico in caso di promozione in Serie B.

LE PAROLE DI CORRADO – Alle 15.30 è iniziata la conferenza stampa di presentazione del nuovo mister. Il primo a parlare è il presidente Corrado che presenta Gautieri: “Gautieri è l’allenatore scelto per il nuovo progetto. Abbiamo scelto l’uomo prima ancora del mister apprezzando tutte le sue caratteristiche che si sposano meglio con il nostro progetto. Gautieri aveva ancora un altro anno di contratto con la sua precedente società. La sua società di appartenenza stava cambiando proprietà. Gautieri ha saputo rinunciare ai suoi vantaggi economici per sposare il nostro progetto. Noi apprezziamo questo tipo di persone, abbiamo azzeccato l’uomo e sicuramente abbiamo azzeccato anche il tecnico. Tra due ore presenteremo anche il nostro primo acquisto: Maikol Negro. Una società importante e una squadra importante deve avere un mix e una grande struttura di media e ottimi tifosi. Però poi i giocatori devono giocare, gli allenatori devono allenare, i tifosi devono tifare e la cosa più importante è che tutti facciano il loro ruolo e rispettino quello degli altri. Volevamo il marchio per gli abbonamenti. Ma i nostri avvocati hanno avuto il benestare. Per lo stadio Polvani è in comune per lavorare alla convenzione. Entro la fine dell’anno si esaurirà la parte burocratica e poi appalteremo, speriamo, da gennaio. Chiuderemo in maniera soft con NGM, dalla prossima stagione gestiremo noi la parte commerciale direttamente.”

LE PAROLE DI GAUTIERI – Queste le prime parole di mister Carmine Gautieri: “Ho preso subito in considerazione la proposta che mi è stata fatta e sono andato subito a Terni per chiudere il contratto con la Ternana. E’ stata mia intenzione subito risolvere questa situazione per far sì che si facesse questo matrimonio. Sono convinto e sicuro di essere venuto in una società importante. Avevo già visto il Pisa giocare in Serie B, ma la Lega Pro è un campionato completamente diverso e bisogna calarsi subito in questa mentalità. Non mi pesa l’eredità di Gattuso, sicuramente ha fatto un lavoro straordinario. Con Rino mi sono sentito, è un amico, ma andrò avanti per la mia strada. Per quanto riguarda i giocatori ora a disposizione, ci siederemo a un tavolo e faremo le opportune valutazioni. Il mio sistema di gioco è il 4-3-3, ma non sono un integralista. Cerco di adattarmi ai giocatori che ho a disposizione e all’avversario. A partita in corsa se la situazione lo richiede sono solito cambiare. Mi ispiro a Zeman, ma vado avanti per la mia strada. Conosco bene Luca Verna che ho avuto a Lanciano facendolo esordire a 18 anni. Ha ancora molti margini di miglioramento. Chi viene a Pisa o chi resta a Pisa deve calarsi subito nella mentalità del progetto e deve capire che questo campionato è diverso e più difficile e anche entusiasmante. Si possono fare grandi cose se la mentalità resta la stessa. Il mio secondo sarà Pierluca Cincione. Un allenatore deve far capire cosa vuole al calciatore, bisogna avere un rapporto schietto e rispettare le linee con chiarezza. Cerco la professionalità, la mentalità del noi e non dell’io. Sappiamo benissimo l’importanza del derby Pisa-Livorno e della rivalità, ma ci penseremo al momento opportuno. Ora pensiamo a organizzare la stagione”

CHI E’ GAUTIERI? – Originario di Napoli, Gautieri da calciatore ha vestito ben 15 cascacche diverse in tutte le categorie professionistiche, compresa la Serie A. Ritiratosi dall’attività è diventato un tecnico votato al 4-3-3, schema che predilige sulla base della sua esperienza agli ordini di Zeman. Ha allenato Potenza, Olbia, gli allievi nazionali dell’Empoli, la Virtus Lanciano, il Bari, il Varese, il Livorno, il Latina e la Ternana. Nel 2011-12 ottiene la promozione in Serie B come tecnico del Lanciano che salva anche la stagione successiva. Tra gli altri risultati di rilievo un’altra salvezza in Serie B con il Latina nella stagione 2015-16. A gennaio 2017 diventa allenatore della Ternana, ma dopo una vittoria e sei sconfitte viene esonerato dall’incarico. A Pisa cerca il riscatto. Oggi è arrivata l’ufficialità

TRATTATIVE E NOMI – Ripercorriamo infine le tappe di queste settimane intense di trattative per arrivare ad annunciare il nuovo allenatore del Pisa. Per stessa ammissione del presidente Corrado dopo l’ultima gara di campionato, la società neroazzurra ha trattato con Vivarini, Auteri, Padalino, Grassadonia e Fontana. Inizialmente sembrava potesse essere Padalino l’allenatore del Pisa. Poi sono salite rapidamente le quotazioni di Grassadonia. Nelle ultime settimane però il mazzo si è rimescolato e il cerchio si è chiuso attorno ad Auteri, Grassadonia e Fontana. Nello scorso fine settimana infine lo scenario è cambiato e sono usciti di scena sia Auteri che Grassadonia, con La Gazzetta dello Sport che ha tirato in ballo per prima, nella giornata di lunedì, il nome del tecnico napoletano Gautieri. La lotta, in questi giorni, si è ristretta a Gautieri e Fontana, con il primo che ha trattato nella giornata di ieri a Terni per liberarsi dalla Ternana e poter approdare a Pisa. Oggi è arrivata, infine, l’ufficialità.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018