Presentato Loris Zonta, capitano della primavera dell’Inter: il centrocampista classe 1997 è il sesto acquisto del calciomercato di gennaio per la prima squadra, arriva in prestito biennale. Le prime parole in nerazzurro del calciatore e le dichiarazioni del presidente Giuseppe Corrado.

Del suo arrivo lo aveva già anticipato sabato dopo Novara-Pisa il presidente Giuseppe Corrado: “Zonta è sceso negli spogliatoio per un primo contatto con i nuovi compagni, e lunedì dovrebbe aggregarsi a tutti gli effetti al gruppo a disposizione del mister“. Adesso è arrivata l’ufficialità. Zonta arriva in prestito biennale. Per lui 22 presenze e 2 gol nello scorso campionato primavera con la maglia dell’Inter, quest’anno ha giocato costantemente andando anche in gol in Coppa Italia Primavera. E’ la conferma degli ottimi rapporti tra Pisa e Inter dopo l’arrivo di Manaj. Il calciomercato nerazzurro però potrebbe non essere finito qui.

Ecco le prime parole in nerazzurro per Loris Zonta: “Contento di questa scelta, sono contento di essere qui, voglio contribuire alla salvezza del Pisa. La società mi dà la possibilità di crescere, voglio imparare molto dal mister, penso che questa sia la piazza giusta. Mi sento pronto per questo salto, sicuramente il campionato primavera non è come quello di Serie B, ma io darò il meglio di me stesso. Sono una mezzala che può giocare anche nel centrocampo a due, tiro da fuori e ogni tanto calcio anche dei rigori”.

Questo invece il commento del presidente Giuseppe Corrado: “Zonta arriva per giocare con la prima squadra, in prestito biennale fino al giugno 2018. Abbiamo un buon rapporto con l’Inter e cercheremo di operare ancora in sinergia con la società milanese. Abbiamo una precisa filosofia sui giovani, pensate ad esempio che a Novara c’era una differenza di età complessiva di oltre 50 anni tra la nostra squadra e i padroni di casa. Questo è un dato molto importante e significativo.” Il presidente Corrado poi torna su altri obiettivi di mercato: “Su De Ceglie stiamo facendo le nostre valutazioni, noi comunque puntiamo molto anche sui rapporti con altre società calcistiche di livello per creare sinergie volte a valorizzare giovani di qualità. Fautario ha delle richieste, ma è ritenuto un giocatore importante da Gattuso, anche qui stiamo facendo le nostre valutazioni.” Se dovessero partire Sanseverino e Fautario, rimarrebbe comunque un altro posto libero nel caso arrivasse ad esempio De Ceglie. A questa considerazione il presidente risponde: “Sicuramente non lasceremo liberi posti in lista, con Gattuso faremo le considerazioni del caso, tanti giocatori vogliono giocare nel Pisa. Vedremo cosa succederà nelle prossime 48 ore.”

 

 

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018