Oggi vi parliamo di street basket e di uno dei tornei più importanti d’Italia, giunto alla quinta edizione, che si svolgerà a Pisa dal 30 giugno al 2 luglio nelle strutture del Dream Volley. Francesco Fiorindi, l’ideatore del torneo, ci porta alla scoperta del DaGround.

Lo spettacolo del DaGround

Precedentemente noto col nome di CUSGround, questo torneo di street basket, giunto alla sua quinta edizione, cambia volto e sede, trasferendosi nelle strutture del Dream Volley col nome di DaGround, mantenendo inalterato lo spirito che ne ha forgiato il successo in questi anni. Fiorindi promette tre giorni di musica, spettacoli, animazione, arte e pallacanestro. Una competizione che non si era mai vista da queste parti, diversa da tutte le altre. 196 giocatori e 44 squadre divise nel torneo maschile, femminile e Under 18.

Francesco Fiorindi

Ciao Francesco. Parlaci del DaGround

Il DaGround è un evento su tre giorni di streetball, il basket 3 contro 3, che ha un format non solo dedicato alla pallacanestro, ma inserito in un contesto in cui lo spettacolo relativo al basket si configura come un festival per gli appassionati, ma non solo. In questi anni abbiamo appassionato persone non solo interessate alla pallacanestro. Il bello è anche ritrovarsi e partecipare alla festa

Com’è nata l’idea di questo torneo?

Noi siamo un gruppo di ragazzi di Pisa che giocano a pallacanestro da una vita. Siamo tutti studenti, ognuno dei quali è  specializzato in un settore e abbiamo messo insieme le nostre forze per creare qualcosa di nuovo. Il torneo, edizione dopo edizione è cresciuto insieme a noi. Dopo 5 anni ci aspettiamo ormai tanto anche da noi stessi.

La “Family”

Tra voi vi chiamate non a caso “Family”

Siamo in 12, ognuno ha un ruolo ben preciso. Io coordino e tutti gli altri in autonomia fanno la loro parte per la buona riuscita della manifestazione. La nostra forza è la passione, l’amicizia e il gruppo. E’ ciò che ci ha fatto rimanere solidi per tutti questi anni.

Ormai il torneo fa parte dei 10 tornei più importanti di street basket italiani.

Esatto. C’è un circuito di tornei 3vs3 in Italia che fanno capo alla FISB. La FISB, in accordo con la Federazione Italiana Pallacanestro (FIP) è l’unico ente promoter del basket 3vs3 italiano. I tornei più importanti sono i  Silver e i Gold. Noi siamo stati inseriti fin da subito nel circuito Gold. E’ un riconoscimento ufficiale di essere uno dei tornei più importanti d’Italia. Ci sono vari premi messi in palio dagli sponsor, ma i ragazzi che vincono andranno alle finali nazionali di Riccione interamente spesati dalla Federazione per giocarsi il titolo nazionale. Chi vince il titolo nazionale va agli Europei.

Una immagine della “gara delle schiacciate”

Da qualche settimana è arrivata una notizia importantissima per tutti gli appassionati di questa disciplina. Il basket 3vs3 è disciplina olimpica.

Se ne parlava da tanto, adesso è arrivata l’ufficialità. Per noi è molto importante perché abbiamo sempre creduto nel 3vs3 a tutti i livelli. Nasce come sport di strada, ma negli anni i giocatori hanno preso confidenza con questo sport e appena finiscono i campionati vanno a giocare lo street basket. Si tratta indubbiamente di una bella notizia.

Da sempre partecipano al DaGround giocatori di alto livello. Quest’anno il livello è rimasto lo stesso?

Quest’anno abbiamo mantenuto il nostro alto standard qualitativo. Abbiamo raddoppiato i giocatori di Serie A2. Pensa che ci sono due squadre interamente composte da giocatori di questa categoria. Lo zoccolo duro è formato da giocatori di Serie B e C1 che formano uno dei tornei più competitivi dello stivale. In passato abbiamo avuto Zerini ed è stato nostro testimonial Aradori. Entrambi, anche se quest’anno non giocheranno perché impegnati con la nazionale, passeranno sicuramente a salutarci.

Quali sono le novità di quest’anno?

Abbiamo principalmente cambiato location e di conseguenza il nome del torneo. Siamo riusciti ad essere pronti per il torneo. Durante il torneo di streetball ci sarà anche quello di beach volley e sarà un importante evento correlato alla manifestazione. Fortunatamente ho trovato una società che rispecchiasse le nostre aspettative che sono molto ambiziose e che ci assecondasse nelle nostre idee e i nostri progetti. Le strutture sono belle e nuove e fanno ottimamente al caso nostro. Per questo ringrazio il Dream Volley. Tra le novità, quest’anno ci sarà anche il DaGround Kids riservato ai ragazzi nati nel 2005, 2006 e 2007 grazie alla collaborazione con Matteo Bruni, un guru dello streetball europeo. Il resto scopritelo al DaGround!

Grazie Francesco, ci vediamo al Da Ground!

Grazie a voi!

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018