E’ già finita la battaglia legale tra il Pisa e Sorgente Tesorino? Il giudice ha emesso un decreto ingiuntivo e la società neroazzurra dovrà così avere 85 mila euro. Nella cifra convertito anche il valore in denaro di bottiglie non ancora consegnate. Una prima battaglia è dunque vinta. Ora bisognerà attendere il pagamento e/o una eventuale opposizione da parte di Tesorino. A quel punto partirebbe un procedimento giudiziario. Intanto il primo round è del Pisa

EPILOGOSolo poche settimane fa la battaglia tra Pisa e Tesorino era stata al centro delle cronache poiché la società neroazzurra aveva prima rimosso dalle maglie tutti i marchi dell’azienda e poi si era trovata un nuovo sponsor. Successivamente il presidente del Pisa aveva detto che “Tesorino non paga” e la stessa azienda aveva risposto con la pubblicazione di un contratto e la richiesta di 250 mila euro di danni. Non c’è stato però niente da fare per l’ex sponsor neroazzurro: Il tribunale ha emesso un decreto ingiuntivo ed MLC S.r.l, la denominazione commerciale di Tesorino, dovrà risarcire il Pisa di 85 mila euro circa, da pagare immediatamente. Il provvedimento è immediatamente esecutivo. All’interno della cifra è stato compreso dal giudice anche il valore delle bottiglie non ancora consegnate in denaro. La società neroazzurra è molto soddisfatta della tempestiva decisione del tribunale.

PROSSIME PUNTATE – Bisognerà ora attendere dieci giorni dilatori da atto di precetto previsti dalla legge per attendere il pagamento spontaneo di Tesorino altrimenti arriverà l’esecuzione forzata. Tesorino comunque può opporsi al decreto (in tal caso si aprirebbe un vero procedimento giudiziario) ed eventualmente concludere un accordo di composizione bonaria data la situazione di indebitamento. Vedremo cosa accadrà nelle eventuali prossime puntate.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva per la stagione 2016/2017. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018