Clamorosa stangata del giudice sportivo nei confronti di due giocatori del Pisa: Di Quinzio e Lisi. La mano è pesantissima poiché a Di Quinzio sono state date due giornate mentre a Lisi una, quando domenica era stato ammonito per il fallo da rigore commesso da Masi.

DI QUINZIO – Pesantissima è la sanzione per il calciatore nerazzurro Davide Di Quinzio, espulso domenica scorsa ad Alessandria per proteste dopo il calcio di rigore non concesso per fallo su Moscardelli. Nella nota diffusa dal Pisa si legge che: “Al numero 10 pisano sono state comminate 2 giornate di squalifica con la seguente motivazione: “perché nel manifestare proteste verso l’arbitro lo tratteneva per la spalla impedendogli i movimenti”.” Dopo la partita il compagno di squadra Pesenti aveva dichiarato: “Io non ho capito l’espulsione di Di Quinzio, lui ha toccato l’arbitro per chiamarlo, ma l’arbitro lo ha espulso senza dirgli niente.”

LISI – Incredibile anche la squalifica per Lisi che mancherà contro la Pistoiese. Il giocatore è infatti stato ammonito domenica scorsa in occasione del fallo da rigore commesso da Masi e dunque appiedato per 1 giornata per aver raggiunto la quinta infrazione in stagione.

 

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018