Stasera ad Ascoli andrà in scena il penultimo turno del girone di andata, con i nerazzurri che non si sono fermati nemmeno un secondo in questi giorni. Il Pisa arriva a questo appuntamento con molte defezioni, ben 8 tra infortunati e squalificati, oltre a 3 giocatori aggregati dalla Primavera. Ecco il possibile schieramento della squadra per questa sera.

I giocatori insieme a Natalae in un momento tra un allenamento e l’altro

LA GARA E L’AVVICINAMENTO – L’appuntamento per Ascoli-Pisa, in programma allo Stadio “Cino e Lillo Del Duca”, è previsto alle ore 18.00. La gara sarà diretta dal signor Antonio Rapuano di Rimini (Raspollini-Perrotti. 4° uomo Di Martino). Il Pisa si è allenato tra San Piero a Grado e l’Arena Garibaldi, dove ha effettuato la seduta di rifinitura il giorno di Natale. Grande impegno per i calciatori nerazzurri che, in alcuni casi, sono stati anche lontani dalle famiglie per poter preparare il Boxing Day, una novità che da alcuni anni imperversa nel calcio italiano, ma che con l’Italia a livello di tradizioni non ha il minimo senso, costringendo spesso e volentieri a sacrificare le festività in nome dello spettacolo calcistico. I giocatori nerazzurri si sono immortalati insieme a pranzo, con Michael Fabbro, che ha dato il via alle danze su instagram. Un plauso particolare va anche ai 346 irriducibili che si recheranno oggi ad Ascoli al seguito della squadra. 

QUESTIONE ASENCIO, LA RISPOSTA DI GIOVANNI CORRADO – Continua a tenere banco la questione Asencio. Il giocatore, che come rivelato da tempo da La Nazione e anche su queste pagine, non fa più parte del progetto Pisa e che D’Angelo, per sua stessa ammissione su 50 Canale, ha rivelato che è fuori squadra, si appresta a tornare a Genoa dove sarà girato altrove a Gennaio. Nel frattempo, dopo l’articolo di Alfredo Pedullà in cui si attaccava il tecnico dei nerazzurri, è intervenuto il Direttore Generale Giovanni Corrado che, ai microfoni di Punto Radio, ha respinto al mittente tutte le accuse: “Se ho letto l’articolo apparso ieri sera sul sito di Alfredo Pedullà ? Onestamente non è una piattaforma che leggo molto, non tanto perché ha passato degli anni ad insultarmi – anzi, questa cosa per certi versi mi diverte pure – ma quanto perché spesso i suoi articoli sono frutto di commissioni e non di cronaca. Mi dite che imputa a mister D’Angelo la gestione di Asencio ? Io non mi sono mai permesso di giudicare l’operato di Pedullà o dei suoi collaboratori, non ho mai neanche risposto ogniqualvolta in passato venivo tirato in ballo personalmente, e non ho neanche intenzione di regalargli troppa importanza. Ci tengo però a sottolineare che il mister ha sempre l’appoggio della società perché è una persona molto intelligente e molto capace, come ha ampiamente dimostrato sul campo ; io non ho mai visto il signor Pedullà al nostro campo di allenamento e quindi non so come faccia a giudicare l’operato del nostro allenatore, magari lo invitiamo a venire a trovarci così che possa rendersi conto di come D’Angelo lavori. A volte prima di scrivere certe cose sarebbe meglio farsele raccontare tutte le versioni dei fatti, e non quelle che fanno più comodo … non voglio insegnare a nessuno il mestiere del giornalista, ma ogni tanto si dovrebbe anche fare cronaca e per fare cronaca si deve essere ben informati sui fatti.”

LA FORMAZIONE – Escluso Asencio, gli squalificati Gucher, Birindelli e Marin, oltre agli indisponibili Varnier, Meroni, Marconi e Izzillo, il Pisa pare aver recuperato Belli e Masucci, anche se quest’ultimo probabilmente attenderà la sfida col Frosinone prima di tornare in campo. Probabilmente il tecnico abruzzese imposterà la gara partendo dal secondo tempo di Pisa-Cosenza e puntando sul 4-3-1-2, con Minesso o Siega dietro le due punte Fabbro e Moscardelli. Dietro, a parte i due centrali Aya e Benedetti, c’è il rebus sulle fasce con D’Angelo che potrebbe inserire Ingrosso a destra e Lisi a sinistra, oppure Belli a destra e Lisi a sinistra, o ancora Lisi a destra e Liotti a sinistra, mentre a centrocampo, con De Vitis davanti alla difesa, ci sono Pinato e Verna, ma anche Di Quinzio a giocarsi due maglie. Menzione per chi è stato invece aggregato dalla primavera, con Fischer, Giani e anche il nuovo arrivato Riccardo Perazzolo. Per lui questa è la prima convocazione in prima squadra, chissà che non possa significare invece che D’Angelo, al posto del 4-3-1-2, non voglia invece riproporre un 3-5-2 e quindi abbia bisogno di una riserva in più in difesa da utilizzare all’occorrenza.

Questa la lista dei convocati definitiva:

Portieri: Andrea D’Egidio, Stefano Gori, Simone Perilli

Difensori: Ramzi Aya, Francesco Belli, Simone Benedetti, Gianmarco Ingrosso, Daniele Liotti, Francesco Lisi,

Centrocampisti: Alessandro De Vitis, Davide Di Quinzio, Mattia Minesso, Marco Pinato, Luca Verna, Nicholas Siega,

Attaccanti: Michael Fabbro, Gaetano Masucci, Davide Moscardelli,

Aggregati dalla Primavera: Tommaso Fischer, Elia Giani, Riccardo Perazzolo

Assenti: Gucher, Birindelli, Marin, Varnier, Meroni, Marconi, Izzillo, Asencio

 

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018