Primo di un ciclo di articoli dedicati ai pisani impegnati alle prossime Olimpiadi di Tokyo, in programma dal 23 luglio all’8 agosto, oggi è il turno di Martina Batini, fiorettista pisana con ambizioni di medaglia.

PISANA DOC – Protagonista solo pochi giorni fa di una premiazione pubblica all’interno del Pisa Scotto Festival, Martina Batini è molto legata alla sua città: “I riconoscimenti che vengono dalla mia città, – ha detto la fiorettista pisana, – sono quelli che apprezzo particolarmente. Sono nata e cresciuta a Pisa, sia come donna che schermisticamente. Qui ho studiato e vissuto e mi sento pisana al 100%, perciò onorata di portare la mia città alle olimpiadi. Queste saranno le mie prime olimpiadi, dopo l’esperienza da riserva a Rio 2016”.

Martina Batini (Foto instagram dal profilo dell’atleta)

BATINI, SCUOLA DI CIOLO – La scuola pisana del club “Antonio Di Ciolo” sarà presente alle Olimpiadi con Martina Batini e Gabriele Cimini. La Batini una delle mamme-atlete dell’Italia Team e sarà presente nella specialità del Fioretto. Vivrà il suo sogno olimpico a coronamento di una carriera che l’ha vista già brillare a livello mondiale con tre ori, un argento in squadra e un argento individuale e altrettante medaglie a livello europeo. Ma la fiorettista toscana eccelle anche lontano dalla pedana e in bacheca ha, in bella mostra, anche una laurea in ingegneria gestionale.

LA SCHERMA ALLE OLIMPIADI – Le gare di scherma si svolgeranno nel padiglione B dell’impianto fieristico “Makuhari Messe”: il programma si aprirà sabato 24 luglio, giornata d’esordio della rassegna olimpica, con le gare individuali di spada femminile e sciabola maschile. Il giorno successivo sarà la volta delle competizioni individuali di fioretto femminile e spada maschile, mentre lunedì 26 luglio saranno assegnate le medaglie nelle gare di fioretto maschile e sciabola femminile. Da martedì 27 luglio inizierà invece il programma delle prove a squadre. L’esordio della competizione per Nazionali sarà affidato alle rappresentative di spada femminile. Mercoledì 28 luglio toccherà agli sciabolatori salire in pedana, seguiti poi dalle fiorettiste, dagli spadisti e dalle sciabolatrici. Domenica 1° agosto, nell’ultima giornata del programma di scherma, a contendersi le medaglie saranno invece le Nazionali di fioretto maschile. Il fuso orario di sette ore rispetto al Giappone farà sì che in Italia saranno le 11.30 quando andranno in scena semifinali e finali, che si concluderanno intorno alle 15 (le 22 di Tokyo).

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018