Non va oltre il pareggio il Pisa contro un Brescia coraggioso che strappa un punto all’Arena con l’ex Maran. Passa infatti in vantaggio la squadra di Aquilani grazie al primo gol stagionale di Moreo, poi non sfrutta un crollo mentale del Brescia che, nel primo quarto d’ora, sarebbe potuto capitolare. La rete del pareggio firmata da Bjarnason riequilibra le forze in campo. Due le traverse per parte e nella ripresa invece i nerazzurri vanno in affanno nel primo quarto d’ora, per poi riproporsi con maggiore intensità.

Il Pisa contro il suo passato per lasciarselo alle spalle e andare avanti, per trovare continuità dopo la vittoria di Bolzano e spiccare il volo. La squadra di Aquilani affronta il Brescia di Maran, rientrato in panchina proprio dopo la sua infelice parentesi sulla panchina nerazzurra. Tre gli ex in campo e in panchina tra le file del Pisa, con Torregrossa, Moreo e Calabresi, mentre indisponibili sono Caracciolo e Matteo Tramoni (sempre ex Brescia). A questi si affiancano altri due indisponibili, ovvero Touré e lo squalificato Marin. Queste due settimane sono state importanti per ritrovare Marco D’Alessandro ed Ettore Gliozzi, arrivati a uno stato di forma più che accettabile. Aquilani schiera il solito 4-2-3-1 con Nicolas tra i pali, Esteves, Canestrelli, Leverbe e Beruatto in difesa, mentre a centrocampo largo alla coppia composta da Barberis e Piccinini davanti al reparto arretrato con Valoti, Lisandru Tramoni e Torregrossa dietro l’unica punta Moreo. Nel corso della gara però spesso Esteve si accentra sulla linea mediana, mentre Piccini si alza su quella dei trequartisti, trasformando il modulo in un 3-4-2-1. Presenti poco meno di 7000 spettatori con le solite restrizioni in gradinata frutto di ciò che abbiamo visto nelle scorse settimane, dopo i lavori di manutenzione straordinaria messi in piedi dal Comune di Pisa. Prima della partita la Curva Nord pubblica un comunicato rivolgendosi ancora alla società nerazzurra e chiedendo chiarezza su programmi e questione stadio e centro sportivo. Dopo 10′ la Curva ricomincia a tifare in seguito a un iniziale silenzio assordante, con i cori “Ci avete rotto il cazzo”, “questo stadio è una vergogna”, “meritiamo di più”.

PRIMO TEMPO – Il Pisa inizia mettendo subito alle corde il Brescia, non facendo toccare palla alle Rondinelle nei primi minuti. Al 5′ arriva infatti il gol di Moreo, il primo stagionale, su assist di Lisandru Tramoni, dopo una lunghissima azione prolungata dei nerazzurri. Prova a rispondere al 6′ il Brescia con un tiro di Bertagnoli deviato da Nicolas, poi sulla respinta è Fares a mettere alto. Al 9′ Olzer su punizione la scodella alta sopra la traversa. Al 13′ segna Valoti su assist di Torregrossa, ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Al 14′ però un errore di Beruatto innesca la squadra di Maran che trova il pareggio con Bjarnason su respinta di Leverbe. Al 17′ Canestrelli va via sulla fascia, crossa in mezzo, poi Lezzerini evita un’autorete di un compagno, ma Moreo la spara alta sopra la traversa. Il Brescia cresce di intensità e colpisce una traversa con Cistana al 27′. Al 30′ ancora Brescia con Olzer, ma Nicolas blocca a terra. Traversa anche per il Pisa con Lisandru Tramoni che raccoglie l’invito di Moreo, ma il legno gli impedisce la gioia del gol.

SECONDO TEMPO – Il Brescia parte fortissimo inq uesta ripresa. Al 50′ Moncini colpisce di testa, ma la palla finisce sul fondo, poi è ancora l’attaccante del Brescia a impegnare Nicolas che, in uscita, devia in corner. Al 59′ un contropiede nerazzurro innesca Moreo su assist di Torregrossa. L’attaccante nerazzurro supera sul rimpallo Lezzerini, poi su un tocco di mano di un difensore bresciano l’arbitro indica il dischetto per poi andare al var. Il direttore di gara infine decide di annullare la precedente decisione per un tocco di mano di Moreo avvenuto sull’uscita di Lezzerini. Al 62′ Brescia vicino al gol ma Leverbe mette in corner dal quale Moncini a botta sicura spara alto. Al 65′ Torregrossa in rovesciata manda alto su prolungamento di testa di Moreo in seguito a un cross di Beruatto. A questo punto Aquilani effettua il triplo cambio e inserisce Nagy, Gliozzi e D’Alessandro per Torregrossa, Barberis e Moreo. A un quarto d’ora dalla fine arriva anche il quarto cambio con Vignato che prende il posto di Lisandru Tramoni. Al 79′ D’Alessnadro arriva al limite dell’area, ma il suo destro è strozzato e termina a lato. All’88’ Van de Looi penetra fino al limite dell’area, ma il suo tiro è centrale e Nicolas blocca.

TABELLINO PISA-BRESCIA 1-1
Pisa: Nicolas; Esteves (91′ Calabresi), Canestrelli, Leverbe, Beruatto; Barberis (69′ Nagy), Piccinini, Valoti; Torregrossa (69′ Gliozzi), Lisandru Tramoni (78′ Vignato); Moreo (69′ D’Alessandro). A disp. Loria, Hermannsson, Mlakar, Masucci, Arena, Barbieri, Veloso. Allenatore Aquilani
Brescia: Lezzerini; Papetti, Cistana, Mangraviti; Dickmann, Van de Looi, Bjarnason (71′ Galazzi), Fares (25′ Huard); Bertagnoli, Olzer (80′ Borrelli); Moncini (71′ Bianchi). A disp. Andrenacci, Ndoj, Fogliata, Adorni; Ferro, Besaggio. Allenatore Maran.
Arbitro: Monaldi di Macerata
Reti: 5′ Moreo, 14′ Bjarnason
Ammoniti: Cistana, Valoti, Esteves
Note: Recupero 2′ pt, 5′ st. Spettatori 6.647.

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018