Ottima prestazione del Pisa che ferma la capolista giocando una gara a viso aperto e meritando anche per larghi tratti di poter vincere. Questa partita ci dice che il Pisa adesso può giocarsela davvero con tutte. Da segnalare ancora una volta un arbitraggio che, in alcuni episodi, ha lasciato davvero a desiderare, soprattutto per un tocco di mano parso evidente a fine primo tempo in area di rigore dell’Entella e per un’espulsione che è parsa esagerata nei confronti di Marconi. Preoccupazione a fine gara per Liotti, costretto in pieno recupero a lasciare il campo.

I neroazzurri sfidano la prima in classifica Virtus Entella, già in fuga e con alcune partite ancora da recuperare in calendario. Per una lotta a viso aperto contro la corazzata che sta ammazzando il campionato, D’Angelo ha la fortuna di aver recuperato tutto lo spogliatoio, potendo contare sull’intera squadra a disposizione. Spazio comunque agli uomini più in forma, mentre chi ha appena recuperato da qualche acciacco e sta tentando di tornare in forma al 100% parte dalla panchina, come Moscardelli, Liotti o Marconi. Anche gli avversari devono rinunciare a Mancosu tra i titolari che però parte della panchina dopo un recupero record.

Il messaggio unito di Curva Nord e Gradinata alla Lega e alla FIGC

Nel corso della partita il messaggio della Curva Nord e della Gradinata nei confronti di Figc e Lega Pro: “Il vostro business e le vostre ridicole commedie nessuno le può più tollerare, il calcio è uno sport popolare e così deve restare.” Sugli spalti era infatti presente il presidente della Lega Pro Ghirelli. Parlando di calcio giocato invece il Pisa gioca un ottimo primo tempo, a tratti superiore alla Virtus Entella. Infatti Gori rimane per lo più inoperoso, mentre tutte le occasioni più importanti sono per la squadra di D’Angelo. Nella ripresa soffre un po’ di più il Pisa con l’Entella che si rende più pericolosa. Il gioco è meno tecnico e più agonistico in questa fase della gara, ma in campo il Pisa è generoso e meritevole anche di poter battere gli avversari. Alcune decisioni dell’arbitro indirizzano la partita nettamente in favore della Virtus Entella e la gara si trascina sullo 0-0. Sofferente Liotti che lascia il campo in barella. Possibile ricaduta per lui. Rosso esagerato a Marconi, ma il Pisa chiude in 9 uomini mantenendo il pareggio. Nonostante tutto la squadra adesso può giocarsela con tutti.

Altro striscione dei tifosi del Pisa in solidarietà di ciò che è accaduto ai tifosi dell’Atalanta (foto Valtriani)

PRIMO TEMPO – Gara ad altissimi ritmi fin da subito. All’8′ la Virtus Entella va vicina al gol, ma Benedetti mette in angolo con un ottimo intervento. Dal conseguente contropiede Verna serve Pesenti che calcia verso la porta, ma Paroni devia in corner. Al 12′ Gucher recupera palla su una respinta della retroguardia avversaria, ci prova da fuori, ma il suo tiro termina di poco a lato. Al 17′ il Pisa potrebbe passare in vantaggio, ma Paroni compie un miracolo incredibile fermando sulla linea Pesenti con un gran colpo di reni dopo una conclusione a botta sicura. Al 19′ Minesso calcia fuori dopo uno scambio volante con Pesenti. I ritmi si abbassano leggermente dopo un’alta fase di intensità e si gioca più a centrocampo. Al 38′ Di Quinzio libera un gran destro che viene deviato ancora una volta in angolo dalla retroguardia dell’Entella. Allo scoccare del 45′ un tocco di mano di Chiosa non viene visto dall’arbitro che decide di lasciar correre, tra le proteste dei giocatori neroazzurri. Termina così il primo tempo.

Ghirelli presente in Tribuna Autorità (foto Valtriani)

SECONDO TEMPO – L’Entella si affaccia in due occasioni dalle parti di Gori che con un paio di uscite riesce ad evitare la giocata pericolosa agli avversari in area. Al 16′ Pesenti ottiene un angolo con una netta deviazione della difesa avversaria, ma l’arbitro Santoro ancora una volta fa una chiamata sbagliata e assegna la rimessa dal fondo. Al 18′ entrano Moscardelli e Izzillo per Masucci e Minesso con D’Angelo che prova a cambiare l’inerzia di questa ripresa in cui i neroazzurri, fino a questo momento, alzano la testa con difficoltà. Al 20′ Iocolano entra come una lama nella difesa del Pisa, ma Gori dice di no mandando in angolo. Proprio Iocolano esce al 29′ lasciando spazio a Mancosu che ha recuperato a tempo di record per questa partita. Un minuto dopo Gucher calcia da fuori dopo azione prolungata del Pisa, ma il suo tiro è fuori. Al 33′ Pesenti viene fermato su quella che sembra essere una evidente posizione regolare, anche se le immagini chiariranno successivamente l’effettivo fuorigioco, con lo stesso Pesenti che viene ammonito dall’arbitro. D’Angelo si gioca le ultime due carte Marin e Marconi al posto di Verna e Pesenti. Incredibile al 44′ un’altra decisione dell’arbitro che espelle Marconi reo, secondo lui, di aver sgomitato l’avversario. Il contatto è sembrato fortuito, ma il direttore di gara ha deciso per il rosso.

TABELLINO PISA-VIRTUS ENTELLA
Pisa: Gori; Birindelli (12′ st Liotti), De Vitis, Benedetti, Lisi; Gucher, Verna (33′ st Marin), Di Quinzio; Minesso (18′ st Izzillo); Masucci (18′ st Moscardelli), Pesenti (33′ st Marconi). All. D’Angelo
Virtus Entella: Paroni; Belli, Chiosa, Pellizer, Crialese; Paolucci, Eramo, Nizzetto (38′ st Di Cosmo); Iocolano (29′ st Mancosu), Caturano (22′ st Currarino), Mota (37′ st Icardi). All. Boscaglia
Arbitro: Santoro di Messina
Reti:
Ammoniti: Belli, Nizzetto, Eramo, Paolucci, Crialese
Espulso Marconi
Note: Recupero 1′ pt, 5′ st. Biglietti venduti 1.651, rateo abbonati 4.384, totale spettatori 6.035. Incasso lordo € 57.959 di cui rateo abbonati € 34.376

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018