Altra beffa nel recupero per i neroazzurri, sconfitti anche nella seconda gara della manifestazione dal Partizan Belgrado. I serbi vanno in vantaggio grazie a un gol al 49′ di Kokir su punizione, poi la pareggia Pesci, ma nel recupero chiude i conti Vujanic. In virtù di questo risultato il Pisa viene eliminato dalla competizione. Sabato l’ultima partita contro la Sampdoria.

Nella seconda giornata della Viareggio Cup il Pisa affronta la under 19 del Partizan Belgrado, una delle 13 formazioni straniere del torneo, sempre al Comunale di Altopascio. Nel pomeriggio il Venezia ha battuto clamorosamente col risultato di 3-0 la Sampdoria, andando in fuga nel girone. Il primo tempo va via senza grossi scossoni, le due squadre duellano a centrocampo e le occasioni scarseggiano. Nella ripresa passa subito in vantaggio la formazione serba grazie a una punizione di Kokir, poi è Pesci a trovare la rete del pari. In pieno recupero segna Vujanic per un’altra beffa per i colori neroazzurri. L’ultima gara del girone sarà contro la Sampdoria in una sfida suggestiva che però, ai fini della qualificazione non conterà nulla, poiché entrambe le squadre sono state eliminate dopo i risultati odierni.

PRIMO TEMPO – Dopo i primi minuti di studio, il primo sussulto arriva al 13′ con una punizione del Partizan con Milosavljevic, ma Campani la mette in angolo. Al 23′ occasione per i neroazzurri con Pesci che prova la conclusione, ma Vukanic fa sua la sfera. Al 33′ il Pisa ci prova con Langella che mette in mezzo il pallone su punizione, ma Vukanic blocca senza problemi. Fino a questo momento il Partizan ha il pallino del gioco con i neroazzurri che si difendono ordinatamente chiudendo tutti gli spazi e cercando di rendersi pericolosi in contropiede. Al 40′ si fa male per infortunio Jankovic che viene sostituito da Zuvic dopo l’intervento della barella. Nel finale di primo tempo i neroazzurri provano a premere, ma non succede niente di rilevante e si va all’intervallo sullo 0-0 dopo 3′ di recupero.

SECONDO TEMPO – La ripresa ha ritmi completamente diversi rispetto al primo tempo con tante occasioni da gol. A pochi minuti dall’inizio della ripresa il Partizan passa in vantaggio con una punizione di Kokir sulla quale Campani non può nulla. Il Pisa accusa il colpo e i serbi continuano ad attaccare. Al 53′ Ancora Kokir va al tiro, ma Campani salva in qualche modo. Due minuti dopo Kokir, sempre lui, conclude in maniera pretenziosa, ma la palla viene respinta dalla difesa. Al 58′ il Pisa si divora un’occasione grossa come una casa con Aliti. Il giocatore del Pisa si ritrova, a seguito di un errore, a tu per tu col portiere, ma non trova lo specchio della porta. I neroazzurri non si danno per vinti e trovano la rete del pareggio al 63′ con una bomba dal limite dell’area di Pesci. Al 71′ ci prova Zuvic, ma Campani dice di no. All’80’ Vukanic respinge di pugno su una punizione calciata da Giani. La gara si incattivisce a pochi minuti dal termine e l’arbitro espelle un giocatore per parte. Per i neroazzurri il rosso è per Benedetti. All’86’ Giani ha un’azione simile e ancora più ghiotta a quella capitata sui piedi di Aliti e allo stesso modo calcia fuori. Al 94′ il Partizan chiude i conti con Vujanic che si inserisce in area servito da Kokic. Niente da fare per Campani. Il Pisa è battuto ed eliminato.

TABELLINO PISA-PARTIZAN BELGRADO 1-2
Pisa: Campani, Zaccagnini, Materazzi, Petruccelli (81′ Benedetti), Pesci (68′ Giani), Langella (74′ Guidi), Gemignani, Morelli (68′ Mussi), Mani (74′ Febbrasio), Aliti (81′ Coratella), Wrestin (46′ Balduini). All. Giannini
Partizan Belgrado: Vukanic, Vujic, Sekhovic, Panzatis, Vjestica (58′ Vujanic), Milosavljevic, Nikolic (76′ Ilic), Novir, Kokir, Jankovic (40′ Zuvic), Antonijevic. All. Lazetic.
Reti: 49′ Kokir, 63′ Pesci, 94′ Vujanic
Arbitro: Vitulano di Firenze.
Espulsi Novic e Benedetti
Ammoniti Petruccelli, Kokir, Vjestica, Giani

Commenti

Condividi
Giornalista pubblicista pisano, nel 2009 ha scritto il libro ufficiale del Centenario del Pisa Calcio, il volume "Cento Pisa" per la CLD Libri. Nel 2010 ha portato alla luce lo scandalo delle bici truccate e collaborato con la giustizia italiana nell'inchiesta aperta dal PM Guariniello. Ha scritto "La Bici Dopata" suo terzo libro uscito ad Aprile 2011. Addetto stampa del CUS Pisa tra il 2013 e il 2015. Corrispondente da Pisa per Radio Sportiva. Conduce "Finestra sull'Arena", il talk show di Sestaporta TV in onda tutti i giovedì alle 21. Collaboratore de "La Nazione" di Pisa da agosto 2018